Il Comune si riprende la piscina e la ristruttura
Attualità

Il Comune si riprende la piscina e la ristruttura

Novità in campo sportivo. Viste le brutte condizioni in cui versa la piscina comunale della nostra città, l’amministrazione ha pensato bene di risolvere l’accordo con la Sport Evolution, che la

Novità in campo sportivo. Viste le brutte condizioni in cui versa la piscina comunale della nostra città, l’amministrazione ha pensato bene di risolvere l’accordo con la Sport Evolution, che la gestisce, per avocare a sè la responsabilità della struttura almeno fino a quando non sarà rimessa a nuovo. E così, la Piscina Comunale torna all’antico con la gestione dell’impianto direttamente da parte dell’amministrazione comunale.

Il ritorno al passato, però, sarà in realtà transitorio, perché durerà fino alla chiusura della stagione invernale, quando inizieranno i lavori di ristrutturazione dell’impianto che prevedono interventi importanti di ammodernamento delle vasche e della struttura. E’ proprio la necessità di mettere mano in maniera radicale alla struttura, che comincia a dimostrare i propri quarant’anni, che ha indotto le parti (Comune di Asti e Sport Evolution, l’associazione sportiva che si è aggiudicata il bando per la gestione biennale dell’impianto) a risolvere consensualmente il rapporto e a determinarne la presa in carico da parte dell’Amministrazione.

Oltre ai lavori estremamente ingenti preventivati per l’estate (ammontare complessivo di 600 mila euro, che il Comune ha ottenuto dirottando su questo intervento un finanziamento regionale destinato alla zona ovest della città) sono infatti necessari preventivamente altri lavori molto più modesti ma urgenti: sostituzione di piastrelle, siliconature delle “fughe” tra le piastrelle medesime, sostituzione delle strutture in plastica che delimitano le corsie e altri interventi che sono stati prescritti dall’Asl a seguito di un sopralluogo effettuato nei giorni scorsi.

Dovranno inoltre essere perfezionate le pratiche per il certificato prevenzione incendi. Proprio per effettuare questi interventi che l’Asl ha imposto come condizione per la riapertura dell’impianto, e per consentire la riorganizzazione del lavoro a seguito della internalizzazione, il Comune lavorerà nelle vacanze di capodanno e la piscina riaprirà il 20 gennaio, in tempo per la ripresa dei corsi e per le attività delle scuole astigiane.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale