Cerca
Close this search box.
Coldiretti_StappadiCasa_5_ASTI_low
Attualità
Iniziativa

“Il lunedì stappa di casa”: ultimo appuntamento agro-enologico, sensoriale e motivazionale diffuso 5.5.5

Nuova occasione d’incontro e socializzazione assaporando atmosfere e prodotti locali

Ultimo appuntamento de “Il lunedì stappa di casa”, la nuova occasione d’incontro e socializzazione assaporando atmosfere e prodotti astigiani:
Lunedì 4 ottobre (dalle 18 alle 22) – Non una, ma 5.5.5. motivazioni per “stappare” di casa e ritrovarsi in uno dei 5 locali storici della città di Asti, per stappare 5 Denominazioni enologiche e degustare 5 proposte agroalimentari a Km0 del Mercato Contadino di Campagna Amica Coldiretti Asti.

In degustazione: 69 etichette di sei diverse annate (tra il 2015 e il 2020) di Barbera d’Asti Docg, Freisa Doc, Grignolino d’Asti Doc, Ruché di Castagnole Monferrato Docg e Albugnano Doc (58 i vignaioli astigiani coinvolti).

In abbinamento, a cura delle Aziende Agricole e Agrituristiche del Mercato Contadino di Campagna Amica:

– Antipasto Piemontese (Az. Agricola Cascina Campora di Capriglio),
– Acciughe al Verde (Az. Agrituristica Ca d’Pinot di Montemagno),
– Toma Piccante (Az. Agricola Cascina Vergano di Refrancore),
– Miele Millefiori Primaverile (Az. Agricola Polyagrinova di Camerano Casasco) e
– Mix di Taralli artigianali lavorati a mano con farina di ceci e grano (Az. Agricola Vergano di Refrancore). Soluzioni vino-food da 7 a 14 euro.

“La nuova formulazione diffusa dell’evento, forte di una sinergia tra più attori per meglio promuovere e valorizzare l’offerta identitaria della tradizione agro-enologica astigiana, è risultata vincente, sia dal punto di vista delle aspettative sia quale stimolo per rinnovate iniziative”, apprezza Marco Reggio, presidente Coldiretti Asti.

“Tradizione, esperienza/sapienza contadina, sostenibilità e sapori autentici restano una costante di garanzia per la qualità dei nostri prodotti: un sine qua non irrinunciabile per Coldiretti Asti”, prosegue il Direttore Coldiretti Asti Diego Furia; “grazie a questi elementi di forza, e alla proficua collaborazione con i partner del progetto, il lunedì astigiano è stato vivacizzato creando, nel contempo, occasioni di socialità, oltre che di promozione e valorizzazione dei prodotti agroalimentari, vere eccellenze a vocazione astigiana”.

Sono partner del progetto: i cinque locali del centro storico, le Associazione dei Produttori di vino, con il supporto del Consorzio di Tutela della Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, e Coldiretti Asti (Mercato dei Produttori di Campagna Amica).

L’iniziativa coordinata della Strada del Vino e del Cibo Astesana e sostenuta dalla Banca di Asti.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Edizione digitale