La Nuova Provincia > Attualità > Il Monferrato vivilo come vuoi, in bike, a cavallo, a piedi, in mongolfiera o a remi!
AttualitàAsti Canelli e sud Nizza Monferrato -

Il Monferrato vivilo come vuoi, in bike, a cavallo, a piedi, in mongolfiera o a remi!

Le colline del Monferrato sono il luogo ideale per imparare ad apprezzare le attività outdoor scoprendo pendii, borghi, vigne spettacolari ed eroiche...o innamorarsi delle nostre bellezze dall'alto, in mongolfiera

I molti modi di vivere il Monferrato

Il 2019 come ormai ben sappiamo è l’anno del turismo lento, ovvero il turismo fatto a piedi, in bici, a cavallo o a remi.
Le colline del Monferrato sono il luogo ideale per imparare ad apprezzare le attività outdoor scoprendo pendii, borghi, vigne spettacolari ed eroiche…o innamorarsi delle nostre bellezze dall’alto, in mongolfiera.
Basta pensare al circuito delle Big Bench, sono oltre 50, e ci permettono di guardare oltre l’infinito dai belvedere più belli, molti dei quali in aree che l’Unesco ha riconosciuto “Patrimonio dell’Umanità” di Langhe-Roero e Monferrato.

Panchine giganti

Pensiamo al circuito di Castelnuovo Calcea, Castagnole Monferrato, Calliano e Rosignano solo per citarne uno…ma come non salire sulla panchina gigante azzurra con cuore rosso in Valle Bormida? Il Po a Casale Monferrato e poi verso la Lomellina grazie ai “Barcè” può essere percorso in barca a remi…con tappa obbligatoria alla Trattoria del Ponte, tra Valenza e Sartirana. Percorsi in bike un po’ ovunque! qui l’imbarazzo della scelta è sul mezzo…una bike da strada, una mountain bike o le e-bike?

Cicloturismo alla portata  di tutti

Il cicloturismo ormai è alla portata di tutti, ideale per le vacanze in famiglia. I
l circuito PiemonteBike (www.piemontebike.it) permette di fare moltissimi percorsi segnalati, ottenere informazioni dettagliate e scoprire gli agriturismi bike friendly ovvero quelle strutture dove l’attenzione per la bike (ricovero, lavaggio, officina) è ai massimi livelli.

Percorsi a cavallo, la moda del momento

Non dimentichiamo poi una delle mode de momento, organizzare percorsi a cavallo per grandi e piccoli.
Per il 24 e 25 agosto suggeriamo l’evento che ci farà scoprire l’area di Appennino che unisce il Piemonte alla Liguria. Saremo alle Capanne di Marcarolo nell’Ovadese e con percorsi anche in notturna scopriremo angoli di paradiso.
La base per i pernottamenti sarà la Gazzeri Country House di Tagliolo.
Informazioni e tour con Sistema Monferrato.

Turismo sostenibile

Inseguendo il fenomeno e la moda del Turismo sostenibile e la volontà di dare una maggiore professionalità agli operatori e qualità nel prodotto offerto al pubblico internazionale da alcuni mesi è nata Simtur, la Società Italiana Professionisti della Mobilità dolce e del Turismo sostenibile che si riconosce nella definizione di “soft mobility”, ovvero nel concetto di mobilità “a impatto zero”, basata su trasporti non motorizzati che fanno ricorso esclusivamente alla forza umana, a piedi, a pedali, a remi, oppure con altre energie naturali o rinnovabili.
Essa si propone come la forma di mobilità che viaggia alla velocità dell’utente più debole e più fragile, in sintonia con i luoghi e con l’ambiente.
SIMTUR è una associazione di categoria professionale a carattere tecnico, scientifico e culturale, costituita nel rispetto del Codice Civile, della Legge 14 gennaio 2013 n. 4 e della vigente normativa di settore.
Le Sedi sono diffuse in varie Regioni italiane: Roma, Spoleto, Lecce e Asti.
L’intento prioritario di SIMTUR è rappresentare unitariamente i professionisti che operano nella progettazione di percorsi e infrastrutture di mobilità urbana e territoriale, nonché gli operatori delle organizzazioni pubbliche e delle imprese private interessate allo sviluppo di sistemi di mobilità sostenibile, ovvero delle figure professionali in grado di progettare itinerari culturali e percorsi capaci di valorizzare i patrimoni ambientali, agroalimentari, artigianali, di storia e di pellegrinaggio, per rispondere alle esigenze della cittadinanza e delle comunità locali, nonché delle tendenze più evolute della domanda turistica internazionale.
Da ottobre i corsi di formazione sul territorio nazionale e i seminari gratuiti.
Per informazioni: simtur.italia@gmail.comV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente