Massimo Cerruti
Attualità
Il caso

Il Movimento 5 Stelle replica a Coppo sull’Asti Pride: «Le battaglie per i diritti non dovrebbero avere colore politico»

I pentastellati astigiani esprimono solidarietà agli organizzatori della manifestazione e accusano l’amministrazione Rasero di essere «divisa e confusa»
Anche il Movimento 5 Stelle ha deciso di intervenire nella querelle Asti Pride che ha acceso la campagna elettorale astigiana. Di seguito pubblichiamo integralmente un intervento a firma del M5S di Asti.
Abbiamo letto con sconcerto le dichiarazioni del vice sindaco Marcello Coppo sul Pride in programma il 16 luglio ad Asti. L’assessore si dice contrario al patrocinio comunale all’iniziativa e parla di una manifestazione di parte, “che porta avanti una ideologia, quella gender, che nulla ha a che fare con la lotta alle discriminazioni ma che anzi ne porta avanti delle nuove, utero in affitto e terapie ormonali ai minori in primis”. Siamo stufi di sentire simili accuse, totalmente infondate. Il Pride è una manifestazione che serve a ricordare che, ancora oggi, un elevato numero di persone non gode di pari diritti a causa dell’orientamento sessuale, del genere e identità di genere, dando vita a discriminazioni e violenza.
Le dichiarazioni del vice sindaco stridono inoltre con quanto affermato a luglio 2018 dall’attuale primo cittadino, che espresse il desiderio di accogliere l’iniziativa ad Asti. Due pensieri esattamente all’opposto. È evidente quanto su certi temi la coalizione di centrodestra continui ad essere divisa e confusa. Il MoVimento 5 Stelle astigiano esprime la sua massima solidarietà agli organizzatori del Pride, alla comunità LGBT e a tutte le persone offese dalle parole del vice sindaco. Le battaglie per i diritti non dovrebbero avere colore politico.
«Il Pride è una manifestazione d’orgoglio, ma anche una manifestazione di denuncia che mette allo scoperto la disparità nei diritti di molte persone a causa del loro orientamento sessuale, genere e identità di genere – aggiunge Sarah Disabato, Capogruppo regionale M5S Piemonte – Il vice-sindaco dovrebbe riconosce l’importanza sociale e culturale di un evento di tale portata».
[nella foto Massimo Cerruti, capogruppo in Consiglio comunale del M5S]

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo