Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/il-palio-interessa-solo-agli-astigianibrinterrogazione-di-quaglia-a-brignolo-56e68c84b48591-nkijxkjv29ofljn8rsyvjnvz4b6dfw05e4oygfhg20.jpg" title="«Il Palio interessa solo agli astigiani?»
Interrogazione di Quaglia a Brignolo" alt="«Il Palio interessa solo agli astigiani?»Interrogazione di Quaglia a Brignolo" loading="lazy" />
Attualità

«Il Palio interessa solo agli astigiani?»
Interrogazione di Quaglia a Brignolo

«Il Palio attualmente è una manifestazione prevalentemente cittadina o essenzialmente turistica? E chi assiste al Palio? Sono più astigiani o più turisti?» A chierderlo al sindaco, tramite

«Il Palio attualmente è una manifestazione prevalentemente cittadina o essenzialmente turistica? E chi assiste al Palio? Sono più astigiani o più turisti?» A chierderlo al sindaco, tramite un’interrogazione, è il consigliere di minoranza Angela Quaglia (Forza Italia) che solleva uno dei quesiti storici di Asti: il Palio, una delle manifestazioni simbolo della nostra città, interessa più chi ci vive o chi viene da fuori?

«Questa è, peraltro, una domanda che molti astigiani, appassionati e non della manifestazione, si fanno – scrive il consigliere – L’obiettivo del Comune è da sempre quello di rendere il Palio un evento turistico di portata nazionale: gli sforzi organizzativi ed economici sostenuti finora (anche attraverso l’apprezzabile e solerte lavoro dei Comitati durante l’anno) quali risultati hanno ottenuto in questa edizione?»

Per questi motivi il consigliere dell’opposizione interpella il sindaco Brignolo per conoscere: «quanti spettatori paganti hanno assistito alla corsa del Palio in tribuna; quanti sono stati gli spettatori astigiani e quanti i forestieri presenti in tribuna; da dove provenivano gli spettatori non astigiani (Piemonte, altre Regioni, Stati Europei ecc.); a quanto è ammontato l’incasso derivante dalla vendita dei biglietti; qual è il bilancio economico della manifestazione: entrate e uscite sostenute dal Comune, contributi degli sponsor, mancati incassi ASP per l’abolizione dei parcheggi in piazza Alfieri in coincidenza con l’allestimento delle tribune e, infine, quali si ritiene siano i punti di forza e i punti di debolezza della manifestazione».

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Edizione digitale