SINDACO VIGLIANO
Attualità
Cambio ai vertici

Il sindaco di Vigliano nuovo presidente dell’Unione collinare della “Valtiglione”

Dopo il doppio mandato di Ivan Ferrero è stato chiamato Daniele Prasso alla guida degli otto Comuni della “Valtiglione e dintorni”

Cambio ai vertici all’Unione collinare “Valtiglione e dintorni”. A guidare l’associazione di Comuni formata dagli otto paesi di Montaldo Scarampi, Mombercelli, Agliano Terme, Azzano, Rocca d’Arazzo, Castelnuovo Calcea, Vigliano e Vinchio è stato chiamato il sindaco di Vigliano Daniele Prasso. Dopo i due mandati da presidente di Ivan Ferrero, sindaco di Mombercelli, si è reso necessario il passaggio di testimone: eletto la prima volta in occasione delle elezioni amministrative di Mombercelli del 2017 e la seconda volta al rinnovo delle amministrazioni comunali del 2019, è previsto da regolamento che non si possa andare oltre il doppio mandato. Dal 2020 il Comune di Vigliano è nuovamente all’interno dell’Unione collinare “Valtiglione e dintorni”, che ha sede a Montaldo Scarampi, e porta avanti ora gli obiettivi a cui lavora il gruppo di Comuni. «Ringrazio innanzitutto Ivan Ferrero per il lavoro svolto in questi anni – dice il presidente Prasso – Proseguiremo nel percorso tracciato in questi anni, puntando in primo luogo ad una collaborazione sempre più stretta tra i Comuni nell’intento di gestire i servizi in forma associata con efficienza, per far fronte al poco personale di cui i piccoli Comuni dispongono. Tra i primi impegni quello della ricerca della figura del Segretario dell’Unione, che individueremo tra i giovani di recente nomina. Stiamo poi lavorando alla realizzazione della rete intranet per il collegamento digitale tra i Comuni e faremo riferimento al cloud della Regione Piemonte per l’archiviazione dei dati». Sono molti i servizi svolti in forma associata alla “Valtiglione e dintorni”: sportello unico per le attività produttive, tributi, ambiente, edilizia privata, polizia locale, piani regolatori, scuole. «Ci sono alcuni fronti su cui, inoltre, ci concentreremo, quali la valorizzazione e promozione del territorio e dei suoi prodotti tipici e la ricerca e accesso a finanziamenti a favore di progetti dell’Unione collinare – aggiunge il presidente Prasso – Stiamo inoltre già affrontando il problema della fauna selvatica, al fine di trovare soluzioni a tutela del territorio».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo