La Nuova Provincia > Attualità > Il test rapido Covid-19 parla moncalvese
Attualità Moncalvo e Nord -

Il test rapido Covid-19 parla moncalvese

Permette risposte ai tamponi entro un'ora. La famiglia Denegri, azionista di maggioranza dell'azienda, ha eletto Moncalvo sua città del cuore.

Un orgoglio tutto piemontese e, in piccola parte, anche moncalvese. Il test rapido per il coronavirus è una realtà e sarà messo presto in circolazione. Un kit di identificazione precoce per le strutture di triage, dopo i numerosi casi di infezioni dentro le mura degli ospedali. Una speranza per la lotta contro la prima pandemia dell’era globalizzata definita dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, come “la più grande tragedia dal dopoguerra”.

‘DiaSorin group’ orgoglio del nostro territorio

La realizzazione del test, come già detto, riempie di orgoglio il nostro territorio perché è stato messo a punto nei centri di ricerca del ‘DiaSorin group’ di Saluggia (Vercelli), a pochissimi km dall’astigiano e in particolar modo da Moncalvo di cui la famiglia Denegri, azionista di maggioranza dell’azienda, si è innamorata da diversi anni. Proprio l’amore per il paese aleramico ha permesso la costruzione di un centro di danza “Orsolina 28” che ha acquisito sempre più respiro internazionale, diventando punto di riferimento per ballerini che provengono dalle più grandi scuole europee e mondiali. La collaborazione tra la città di Moncalvo e la famiglia Denegri ha permesso, inoltre, la creazione di grandi opere come la realizzazione di un moderno e innovativo teatro all’aperto, con oltre 600 posti a sedere, che inaugurerà a breve. E grandi altre novità sono attese.

Il ‘Simplexa COVID-19 Direct Kit’

Il test riconosce la presenza del coronavirus e sono già operativi, o in via di definizione, gli accordi con le regioni più colpite: Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna. “Siamo orgogliosi di aver ottenuto l’approvazione al lancio del nostro test COVID-19. Speriamo di contribuire a ridurre l’attuale carenza di test che stanno vivendo gli ospedali di tutto il mondo”, ha sottolineato l’Ad del gruppo italiano ‘Diasorin’, Carlo Rosa. “Il nostro test consentirà ai medici di affidarsi a risultati rapidi e precisi per poter prendere le decisioni più opportune nel trattamento dei pazienti. In questo momento così complicato, vogliamo garantire il nostro pieno supporto e la nostra esperienza nella diagnostica per contenere questa pandemia”. Il test molecolare di rapida risposta di DiaSorin permetterà di ottenere risultati entro 60 minuti rispetto alle 5-7 ore attualmente necessarie con altre metodologie. Sarà reso disponibile probabilmente entro marzo allo Spallanzani di Roma e al San Matteo di Pavia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente