Bullismo: come affrontarlo? Ne hanno parlato gli studenti di Villanova
Attualità

Bullismo: come affrontarlo? Ne hanno parlato gli studenti di Villanova

Nei giorni scorsi, presso il cinema di Villanova, si è tenuto l’incontro dedicato al fenomeno del Bullismo, rivolto agli alunni della Scuola Secondaria di 1° grado dell’Istituto Comprensivo

Nei giorni scorsi, presso il cinema di Villanova, si è tenuto l’incontro dedicato al fenomeno del Bullismo, rivolto agli alunni della Scuola Secondaria di 1° grado dell’Istituto Comprensivo Statale di Villanova. Dopo un primo ciclo d’incontri dedicati agli insegnanti, venerdì è stata la volta dei più giovani: all’evento hanno preso parte, oltre alle classi di alunni e al personale scolastico, anche figure della Polizia Postale, Assistenti sociali con l’équipe multidisciplinare per la segnalazione e la presa in carico dei casi di abuso e maltrattamento minori dell’Asl.

All’incontro è stato mostrato il video di Amanda Todd, la sedicenne canadese che si è tolta la vita nel 2012, vittima di bullismo. Nel video Amanda si racconta, con semplici eppur toccanti biglietti scritti da lei, episodio dopo episodio, attraverso lo schermo, ma in modo spontaneo: un video che può diventare, com’è accaduto il 16 maggio, uno strumento per parlare ai giovanissimi di un fenomeno che, purtroppo, sta dilagando anche in Italia. Il bullismo, anche attraverso la rete: da situazioni apparentemente innocue, possono nascere velocemente forme di depressione, autolesionismo, forte solitudine e un disperato bisogno d’aiuto.

Per difendersi dagli atti di bullismo ci sono alcuni strumenti: la denuncia, la segnalazione attraverso il dialogo con i professori a scuola, con i genitori a casa o con le équipe specializzate composte di figure professionali di diverse competenze e settori. Alla proiezione del video, è poi seguito un dibattito con i ragazzi, un primo passo mirato al dialogo, alla comprensione del fenomeno e all’informazione dello stesso.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo