Intercultura ragazzi in partenza 2021
Attualità
Scambi scolastici

Intercultura, in partenza per l’estero sette studenti astigiani

Intanto il Centro locale dell’associazione, guidato da Edoardo Icardi, attende quattro ragazzi stranieri

Ferve il lavoro al Centro locale astigiano di Intercultura, l’associazione che promuove scambi scolastici ed esperienze all’estero per studenti.
Un lavoro “a due direzioni”, tra ragazzi ospitati sul territorio e coetanei partiti per Paesi stranieri.
Come spiega Edoardo Icardi, neo responsabile del Centro, che conta 26 volontari, coadiuvato dalla vice Martina Amazzeis.

Tra arrivi e partenze

«Attualmente – spiega – abbiamo ospite nell’Astigiano dall’inizio dell’anno un ragazzo cileno, partecipante al progetto annuale dedicato all’emisfero Sud, che va da gennaio a novembre e prevede la frequenza della scuola italiana parte in un anno scolastico e parte in quello successivo. Da settembre incontrerà gli altri ragazzi che saranno ospitati in base ai programmi annuali: una ragazza dall’Olanda, una dalla Thailandia, una dal Messico e una dalla Serbia».
Per quanto riguarda “il senso inverso”, partiranno dall’Astigiano per una esperienza all’estero 7 ragazzi.
«Parliamo di Alice Giargia – continua – che da settembre frequenterà un programma semestrale in Argentina, vincitrice di una borsa di studio Intercultura; Alessandro Ronco, che seguirà un programma annuale in Costa Rica con partenza ad agosto, vincitore di una borsa di studio della fondazione CRT; Serena Cappellino, in partenza ad agosto per un programma annuale in Messico, vincitrice della borsa di studio della Fondazione Sanpaolo; Marta Delle Piane, che a marzo 2022 andrà sei mesi in Giappone (progetto Itaca sponsorizzato dall’Inps)».
«Quindi Silvia De Gobbi, che partirà ad agosto per un anno in Thailandia (progetto Itaca); Viola Forno, che a marzo 2022 andrà per tre mesi in Canada (area anglofona), vincitrice della borsa di studio Intercultura; Marco Mina, che ad agosto partirà per un anno in Canada (area anglofona)».
Icardi sottolinea l’apporto delle borse di studio. «Un aiuto notevole – commenta – cui nell’Astigiano contribuisce anche la Fondazione CrAsti con appositi riconoscimenti. Anche se non sono stati assegnati né l’anno scorso né quest’anno, perché i ragazzi in partenza erano già risultati vincitori di altre borse di studio, ringraziamo comunque la Fondazione per non averci mai fatto mancare il suo appoggio».

La pandemia

La pandemia, quindi, non ha fermato l’attività dell’associazione. «Le partenze sono lievemente in calo rispetto al passato a causa dell’emergenza sanitaria – ammette Icardi – ma decisamente al di sopra delle aspettative. E questo nonostante il fatto che tutto il lavoro di preparazione e formazione di ragazzi e famiglie ospitanti, che comincia mesi prima dello scambio, si sia dovuto svolgere quasi completamente a distanza attraverso una piattaforma on line (a parte due recenti incontri in presenza, nel rispetto della normativa anti Covid). Le famiglie e i ragazzi sono consapevoli dell’esperienza che stanno per intraprendere e mettono in conto eventuali contrattempi, che dipendono dalle restrizioni di volta in volta messe in atto dai Paesi ospitanti a causa dell’andamento dei contagi. Ad esempio, chi doveva partire per l’Argentina e la Thailandia in questi giorni ha dovuto rinviare il viaggio ad agosto/inizio settembre per la decisione assunta dai Governi nazionali in merito ai viaggi internazionali».

Gli obiettivi per il futuro

L’obiettivo del Centro locale, per il prossimo anno sociale 2021/2022, è gestire l’attività in modo ibrido, alternando gli incontri più significativi in presenza con alcune attività a distanza. Intanto è uscito il nuovo bando per gli scambi all’estero dell’anno 2022/2023, cui ci si può iscrivere entro fine luglio sul sito http://www.intercultura.it.
«Le selezioni – conclude Icardi – si terranno a novembre. In vista di quella data organizzeremo, come sempre, la presentazione dei programmi nel corso del mese di ottobre».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail