La Nuova Provincia > Attualità > “Io lavoro in agricoltura”, il portale della Regione per il “collocamento” in campi e vigne
Attualità Asti -

“Io lavoro in agricoltura”, il portale della Regione per il “collocamento” in campi e vigne

L'assessore Protopapa chiede aiuto ai sindaci per pubblicizzare questo servizio di incontro fra domanda e offerta di manodopera agricola

Si chiede aiuto ai sindaci

“Sindaci, dateci una mano per far incontrare domanda e offerta in agricoltura”. L’invito arriva dall’assessore a agricoltura e cibo della Regione, Marco Protopapa, che in una lettera scrive ai primi cittadini «perché siano promotori dell’iniziativa “Io Lavoro in agricoltura”, il servizio di intermediazione tra domanda e offerta di lavoro realizzato attraverso l’Agenzia Piemonte Lavoro e lanciato a fine aprile 2020». Sul portale web di matching on line www.iolavoro.org/agricoltura è possibile reperire tutte le informazioni utili sia per gli enti e le aziende in cerca di mano d’opera sia per chi intende proporre la propria candidatura. Tutti i servizi offerti sono completamente gratuiti.

Portale della Regione

«E’ un’iniziativa della Regione Piemonte per sostenere le imprese del settore agricolo nel reclutamento di personale – sottolinea l’assessore Marco Protopapa -, e al tempo stesso si offre un’opportunità di lavoro soprattutto in un momento dove le difficoltà economiche delle famiglie e la crisi del lavoro sono ancora più presenti nei nostri territori. Ritengo che i primi cittadini possano intercettare nel proprio comune le persone interessate a questo servizio».

Analoga iniziativa è stata lanciata da alcune organizzazioni agricole.

Anche la Cia ha la sua “piazza di incontro virtuale”

La Cia ha promosso “Lavora con agricoltori Italiani”, piattaforma di intermediazione che facilita l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Il portale (https://lavoraconagricoltoriitaliani.cia.it), riconosciuto dal Ministero del Lavoro, consente a chi cerca occupazione di entrare in contatto direttamente con le aziende della propria provincia, e alle imprese di intercettare velocemente i candidati con la massima trasparenza e legalità. Semplici le modalità di utilizzo. Nella home page l’azienda inserisce la propria offerta di lavoro, indicando le caratteristiche professionali richieste, le mansioni da svolgere, luoghi e tempi, mentre il lavoratore dichiara semplicemente la propria disponibilità.

Per Coldiretti, invece, è “Job in Country”

Coldiretti propone “Job in Country”, portale disponibile sul sito www.coldiretti.it. E’ necessario, anzitutto, registrarsi. Le aziende devono inserire le offerte di lavoro, indicando le caratteristiche professionali richieste e le condizioni relative alle offerte (come mansioni e retribuzione). Per chi è invece in cerca di occupazione è possibile postare il proprio curriculum e la disponibilità alla nuova occupazione, mantenendo aggiornati i propri dati professionali.

Articolo precedente
Articolo precedente