BiblioDigitalAgorà
Attualità
Iniziativa

Istituto Alfieri, presentata la rete delle biblioteche scolastiche

Con il progetto “#DigitalBiblioAgorà” si è classificato ottavo ad un bando nazionale per la promozione della lettura

È stato presentato nei giorni scorsi, all’istituto superiore Vittorio Alfieri, #DigitalBiblioAgorà. E’ una evoluzione della tipica biblioteca, una sorta di laboratorio dove gli allievi possono sperimentare una maggiore autonomia nell’organizzazione dello studio e delle ricerche.
Ad illustrare il progetto la dirigente scolastica Maria Stella Perrone.

Le parole della dirigente Perrone

«Sono qui in rappresentanza di una grande rete a livello regionale», ha esordito. L’istituto (che comprende liceo classico, liceo artistico e istituto Sella) aveva infatti aderito, in veste di capofila, al bando nazionale 2019 “Poli di biblioteche scolastiche regionali per la promozione del libro e della lettura”, promosso dal Ministro per i Beni e le attività culturali, di concerto con i coleghi dell’Economia e dell’Istruzione, posizionandosi ottavo a livello nazionale (su un totale di venti progetti finanziati).
«Sono ventuno gli istituti scolastici piemontesi di ogni ordine e grado che hanno aderito all’iniziativa, dall’infanzia ai corsi per adulti, e per ognuno c’è un referente», ha continuato la dirigente. «Referente della rete è invece Cinzia Zenzon, docente del nostro istituto».
Uno degli intenti dell’iniziativa, partita ad ottobre 2019 e poi fermata dalla pandemia, è quello di dare voce agli insegnanti e agli alunni. «Grazie al finanziamento assegnato di 50mila euro – sottolinea Stella Perrone – è nostra intenzione lavorare su macro voci come beni e attrezzature o spese per il personale, perché bisognerà formare delle persone».

Gli obiettivi del progetto

Il progetto si chiama “Digital” perché digitale, “Biblio” perché si parla di libri e di cultura, “Agorà” perché è come una piazza, un luogo di incontro e di confronto.
Molte le attività proposte: tra queste la creazione di un portale e altri canali di diffusione, la realizzazione di un catalogo unico per le biblioteche delle scuole, accessibile attraverso il web, per rendere disponibile alla cittadinanza un numero crescente di descrizioni bibliografiche.
Quindi la promozione della lettura a scuola, l’organizzazione di iniziative aperte al pubblico, la messa a disposizione di spazi e risorse per iniziative della rete. Tra i principali obiettivi, quello di arricchire il patrimonio librario anche riguardo alla diffusione e all’utilizzo delle nuove tecnologie, sostenere l’educazione alla lettura con particolare attenzione alle fasce più giovani e favorire la cooperazione tra istituzioni scolastiche, biblioteche, librerie, enti locali. «A breve – informa ancora Stella Perrone – saranno pronti il sito DigitalBiblioAgorà e il blog che tutte le scuole porteranno avanti, per raccogliere esperienze, consigli, critiche».

I partner

Numerosi i partner della rete: i Comuni di Asti, Nizza Monferrato e Villanova, la Biblioteca del Seminario vescovile, la Biblioteca Astense, l’Israt, il Polo universitario Rita Levi Montalcini, la Fondazione Asti Musei, le librerie Alberi d’Acqua, il Pellicano e Marchia, la Fondazione Vittorio Alfieri, Borgo d’Partiquilar e l’Università di Torino. L’ateneo era rappresentato dal prof. Renato Grimaldi che, al termine dell’incontro di presentazione ha siglato il protocollo d’intesa.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail