Cammminata della ripartenza presentazione
Attualità
Iniziativa

La “Camminata della ripartenza” dopo la pandemia

Domenica 13 marzo la manifestazione promossa dall’associazione “50&Più” con la partecipazione dei Marciatori Astigiani e dagli Ambasciatori dello Sport

Un evento per mostrare fiducia e speranza nel futuro dopo i momenti più bui della pandemia da Covid-19.
E’ il significato della “Camminata della ripartenza”, in programma domenica 13 marzo.
Promossa dall’associazione 50&più, formata da cittadini ultra50enni e legata all’Ascom Confcommercio, vede la partecipazione dei Marciatori Astigiani e dagli Ambasciatori dello Sport di Asti.
A presentare l’evento, venerdì scorso in conferenza stampa, Luigi Broda, presidente “50&Più”, Piero Fassi, componente dell’associazione e ideatore dell’iniziativa, insieme a Paolo Cavaglià, che sarà lo speaker della manifestazione, al direttore provinciale Confcommercio Claudio Bruno e al presidente Aldo Pia.
«La camminata – ha spiegato Cavaglià – doveva tenersi lo scorso 6 gennaio, come augurio di Buon 2022, ma l’aumento dei casi legati alla variante Omicron abbiamo dovuto desistere. L’abbiamo quindi rimandata al 13 marzo, quando si terrà anche in caso di maltempo».
Principale artefice dell’iniziativa è stato Piero Fassi. «Da tempo – ha confidato – pensavo ad una camminata per augurare “Buona vita” per cui, ora che pare si stia uscendo dalla pandemia, ritengo sia il momento più adatto. Ho proposto l’idea all’associazione che l’ha subito accolta. Insieme abbiamo quindi chiesto la collaborazione al mondo dello sport facendo nostra la tradizione olimpica dell’accensione del braciere. Insomma, otto giorni prima l’arrivo della primavera si terrà questo evento per augurarsi “Buona vita” o “Salute”. Mai come ora ne abbiamo tanto bisogno».

I commenti

Parole di appoggio all’evento sono arrivate da Aldo Pia. «Sono sicuro che avrà successo – ha affermato – perché è una manifestazione di speranza, di cui tutti abbiamo bisogno». D’accordo Claudio Bruno: «Questa è la prima edizione – ha ricordato – ma auspichiamo che possa ripetersi tutti gli anni».
Un plauso all’iniziativa è arrivato anche dal sindaco Maurizio Rasero, che ha garantito la sua presenza (così come la vice presidente della Provincia Francesca Varca) e ha sottolineato come sia in linea con quanto annunciato dal Governo, che prevede di cancellare lo stato di emergenza a partire dal 31 marzo.

La camminata

Ma come si svolgerà l’evento? La camminata è aperta a tutti. Il ritrovo è fissato per le 8.30 al Palazzetto dello Sport di via Gerbi, da dove si partirà alle 10. Dopo il saluto del sindaco Maurizio Rasero, seguirà la benedizione del vescovo Marco Prastaro e l’esecuzione dell’Inno d’Italia da parte del trombettista astigiano Mauro Pavese. Di seguito l’accensione della fiaccola che Paolo Cavaglià, speaker ufficiale della manifestazione, consegnerà al primo tedoforo, Michele Narciso.

Il percorso

Ecco il percorso, lungo 5,5 chilometri: Palazzetto dello Sport, piazza Torino, viale Partigiani, piazza Lugano, piazza Vittorio Veneto. Qui avverrà il primo cambio di tedoforo, quando subentrerà Angelo Marchione.
Da piazza Vittorio Veneto si proseguirà in corso Dante, corso Alfieri (dove è previsto l’incontro con la Fanfara dei Bersaglieri), Battistero di San Pietro. Qui si terrà il secondo cambio di tedoforo, in quanto subentrerà Mario Gerbi.
Si proseguirà in via Calosso, corso alla Vittoria, portici del Palazzo della Provincia, piazza Libertà, portici di Corso Einaudi, piazza Marconi. Qui avverrà il terzo cambio di tedoforo, in quanto subentrerà Gianfranco Chiaranda.
Infine si proseguirà in via Cavour, piazza Statuto (dove è previsto il secondo incontro con la Fanfara dei Bersaglieri), piazza San Secondo-corso Alfieri, via Goltieri, via Borgnini, piazza Cattedrale, via Caracciolo, piazza Cairoli Santa Caterina, via Pollenzo, Palazzetto dello Sport di via Gerbi.

I premi

Al termine della manifestazione si procederà al sorteggio di buoni cena/pranzo per due persone presso i seguenti ristoranti: Bandini di Portacomaro, Cà Vittoria di Tigliole, Cannon d’oro di Cocconato, Il Bagatto di Grazzano Badoglio, Il Cascinalenuovo di Isola, La Braja di Montemagno, La Fioraia di Castello d’Annone, Mariuccia di Tigliole, Mille Restaurant di Torino, San Marco di Canelli.

Pre-iscrizioni

Le pre-iscrizioni (non obbligatorie) alla “Camminata della ripartenza” vanno effettuate entro venerdì 6 marzo comunicandole a: piero.fassi@gmail.com, 333/4220416 (numero di telefono che si può chiamare anche solo per chiedere informazioni) oppure paolocavaglia@alice.it, tel. 338 7551108. E’ necessario indicare nome e cognome, città, gruppo. L’iscrizione costa 5 euro (bambini fino a 10 anni gratis).
La camminata è aperta a tutti. Ai primi 250 iscritti verrà consegnato uno zainetto con prodotti alimentari; agli altri una delle bottiglie di vino offerte dal Consorzio dell’Asti Docg e dal Consorzio del Barbera d’Asti Ddocg. Inoltre ad ogni iscritto verranno consegnati l’attestato di partecipazione e un cappellino.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo