Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/la-giunta-costa-tremila-euro-in-piubre-polemica-a-settime-56e6890d681b61-nkiknmmsixclgdsmm2gjo35zyuqottg9n3rjekujk8.jpg" title="La giunta costa tremila euro in più
E’ polemica a Settime" alt="La giunta costa tremila euro in piùE’ polemica a Settime" loading="lazy" />
Attualità

La giunta costa tremila euro in più
E’ polemica a Settime

Alcune osservazioni sono mosse, all'interno dell'amministrazione del Comune di Settime, dalla minoranza, nella persona dell'ex-sindaco, Guido Rosina circa l'indennità del nuovo

Alcune osservazioni sono mosse, all'interno dell'amministrazione del Comune di Settime, dalla minoranza, nella persona dell'ex-sindaco, Guido Rosina circa l'indennità del nuovo sindaco Paola Borgio e della nuova Giunta: «Nulla di personale, ma il fatto è documentato: con una delibera pubblicata a fine luglio la nuova Giunta di Settime (visto l'articolo che riduce del 10% l'indennità di carica spettante al Sindaco e che le norme in vigore hanno recepito la necessità di contenimento della spesa pubblica) è stato stabilito l'ammontare di legge delle tre indennità pari ad un complessivo di 1.162,03 euro mensili.

Bene, la legge è stata rispettata, però 1.162,03 euro di legge rappresentano la spesa "massima", così come correttamente indicato nel parere del revisore dei conti e la delibera sarebbe stata più trasparente se il sindaco avesse indicato che si è liquidata il massimo previsto dalla tabella. Magico Sindaco: da una legge che vuole ridurre i costi, ha ottenuto il doppio percepito dai predecessori: complimenti! – ironizza Rosina- Attendo risposta concreta sui motivi di opportunità e di merito che ritengo dovuta non solo a me, fastidioso consigliere di minoranza e precedente Sindaco a 430 euro mensili».

Il sindaco Borgio replica: «Per dovere di corretta informazione nei confronti dei cittadini che rappresento e dei lettori e non certo per replicare ad affermazioni fuorvianti, faccio chiarezza sulle indennità degli amministratori di Settime. Premesso che agli atti della precedente amministrazione Rosina non risulta alcun provvedimento di attribuzione delle indennità e preso atto dell'indennità di funzione mensile del Sindaco nei Comuni con popolazione fino a 1000 abitanti che equivale a 1291,14 euro (la norma non cita minimi o massimi), ridotte del 10% e ripartita come da normativa, la giunta comunale ha deliberato le indennità di funzione. Aggiungo che le indennità lorde Rosina sono state di 6.972,12 per il sindaco, 2.091,30 per il vicesindaco e per l'assessore 1.905,60, per un totale di 10.969, 32 (non considerando i gettoni di presenza dei consiglieri) mentre le indennità lorde annue Borgio sono: sindaco 10.449, 36, vicesindaco 2.089,20, assessore 1.393, 20 euro, zero per i consiglieri, con un totale di 13.931,76.

Il costo di un'amministrazione deve essere valutato nel complessivo: si evince che l'amministrazione attuale ha un costo di 2.962,44 superiore rispetto a quella uscente, differenza che potrebbe ulteriormente ridursi con la definitiva liquidazione dei gettoni di presenza dei consiglieri dell'amministrazione Rosina. Non si tratta quindi d'indennità di funzione doppia – prosegue la Borgio- com'é stato più volte scritto bensì di minima differenza dovuta anche al fatto che al sindaco tuttora in carica spetta, da normativa, una indennità non ridotta del 50% in quanto lavoratore autonomo». Le critiche della minoranza proseguono sul programma delle opere pubbliche 2014-15-16, d'importo inferiore a 100 mila euro, pubblicato sull'Albo Pretorio. Sempre Rosina muove alcune osservazioni circa la realizzazione del parco giochi e della biblioteca comunale: «Questi sono punti della precedente amministrazione, non è nulla di nuovo».

L'ex-sindaco Rosina prosegue: «Poi c'è la questione della casetta dell'acqua: quale sarà l'utenza, lo scopo? La vecchia amministrazione aveva già predisposto un servizio pubblico gratuito. E ancora, sull'anno 2016, dove si parla d'impianto di sorveglianza di telecamere, mi chiedo quale sarà il monitoraggio. Quante e dove saranno? Che utilità hanno?». Il sindaco Borgio risponde: «La giunta comunale a metà agosto ha approvato e proporrà all'approvazione del Consiglio, che si terrà entro il mese di settembre, lo schema di bilancio previsionale 2014, la relazione programmatica con allegato elenco delle opere pubbliche 14-16. Le linee programmatiche verranno illustrate alla conferenza dei capigruppo e successivamente sottoposte alla approvazione del Consiglio Comunale. Delucidazioni ed eventuali discussioni si terranno nelle opportune sedi».

Roberta Arias

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Edizione digitale