La Nuova Provincia > Attualità > La Protezione Civile di Nizza Monferrato ha presentato l’attività
Attualità Asti Nizza Monferrato -

La Protezione Civile di Nizza Monferrato ha presentato l’attività

Domenica piazza Martiri di Alessandria ha ospitato, per tutto il giorno, un “open day” a cura dell’Associazione CB Valle Belbo Nizza E.R., ovvero i volontari di Protezione Civile all’opera sul territorio di Nizza Monferrato e dintorni

La Protezione Civile presenta l’attività

Domenica piazza Martiri di Alessandria ha ospitato, per tutto il giorno, un “open day” a cura dell’Associazione CB Valle Belbo Nizza E.R., ovvero i volontari di Protezione Civile all’opera sul territorio di Nizza Monferrato e dintorni. L’iniziativa si svolgeva nell’ambito della settimana nazionale della protezione civile indetta dal Dipartimento Nazionale per far conoscere le buone pratiche di prevenzione dai rischi. Per far fronte alle necessità di sicurezza e distanziamento sociale, la manifestazione si è svolta in forma ridotta, concentrandosi sul dialogo con i visitatori del banchetto, visite alla sede a gruppi ridottissimi, con un’ampia presenza della giornata sui social network, come racconta la presidente Patrizia Masoero: «Per noi c’era l’esigenza di far conoscere come lavoriamo, come si arriva ad essere formati per gestire l’emergenza, il fatto che esista formazione base e specialistica.

Non abbiamo fatto esercitazioni

In un momento diverso avremmo montato tende o dato vita a esercitazioni, ma anche così è stata una buona occasione di approfondimento. Tra l’altro, in parallelo alla settimana della Protezione Civile, ricorre la giornata nazionale per la riduzione dei disastri naturali». Al momento il gruppo l’Associazione CB Valle Belbo Nizza E.R., federata con FIR-CB, ha 22 volontari. Attiva dal 1985, originariamente la specializzazione riguardava la comunicazione via radio, poi il campo si è ampliato dalla logistica alla cucina: «Abbiamo la fortuna di lavorare a stretto contatto con Comune, con un buon dialogo, insieme COC e COM, permette di essere più rapidi in emergenza – prosegue Patrizia Masoero. – Tra le attività più richiesta durante l’estate appena conclusa c’è stata la bonifica dei calabroni, circa 70 interventi. Si erano impossessati delle seconde case, facendo nidi tra persiane e finestre».

Formazione con i Vigili del Fuoco

I volontari di protezione civile vengono assistiti nella formazione, per la bonifica calabroni, dai Vigili del Fuoco di Nizza. L’emergenza pandemica affrontata tra la primavera e l’estate ha portato in forza all’associazione un gruppo di nuovi, giovanissimi volontari intorno ai 20 anni: «Dopo una formazione essenziale velocissima, per introduzione alle regole, sono stati affiancati sul territorio ai senior. Ora il loro operato prosegue. Superato a pieno titolo il corso base, sono in pista per il corso specializzazione, in inverno, lo stesso per cui daranno gli esami a giugno. Ognuno sceglierà infine la specializzazione più vicina alle proprie attitudini».

I ringraziamenti del sindaco

Il sindaco nicese Simone Nosenzo coglie l’occasione per ringraziare la Protezione Civile per la collaborazione nel momento di massima difficoltà: «Il Comune ha dovuto riorganizzare alcuni servizi o pensarli ex novo, come la spesa a domicilio. La collaborazione con la Protezione Civile è stata davvero a 360 gradi, dal progetto Super con il CISA Asti sud alla consegna dei buoni spesa e in seguito delle mascherine, il tutto con efficienza massima e riducendo al minimo le occasioni di contatto. Non possiamo che ringraziarli». La ricerca di volontari prosegue. Chi fosse interessato può contattare la sede al numero 0141-727425.
Fulvio Gatti

Articolo precedente
Articolo precedente