La Provincia ha acquistato le mascherine
Attualità

La Provincia ha acquistato mascherine chirurgiche per i comuni dell’Astigiano

L’assegnazione è stata determinata adottando il criterio demografico utilizzato dalla Regione per la distribuzione di mascherine avvenuta nei giorni scorsi

La Provincia acquista mascherine per i Comuni astigiani

Sono 10.000 le mascherine di tipo chirurgico acquistate dalla Provincia per i comuni astigiani. A dare la notizia lo stesso presidente Paolo Lanfranco, che ha informato i sindaci dell’astigiano del nuoco acquisto.

Assegnate con il criterio demografico

L’assegnazione è stata determinata adottando il criterio demografico utilizzato dalla Regione per la distribuzione di mascherine avvenuta nei giorni scorsi. “Preciso – dichiara il consigliere Ivan Ferrero – che le mascherine sono destinate a completa discrezione dei Sindaci per dipendenti, amministratori e addetti ai servizi comunali essenziali e a volontari che coadiuvano i Comuni nell’assistenza alla popolazione.

Per agevolare l’assistenza

Lo scopo della Provincia è infatti quello di agevolare, per quanto possibile, i Sindaci nella preziosa attività di assistenza alla popolazione, mettendo gli operatori impegnati in condizioni di agire in sicurezza. Pertanto, non sono destinate alla popolazione che, peraltro, è comunque la beneficiaria finale dell’operazione, potendo godere di una assistenza verosimilmente più efficacie e regolare”.

La consegna sarà effettuata venerdì

“La consegna – aggiunge il presidente Paolo Lanfranco – sarà effettuata dai volontari del Coordinamento provinciale nella giornata di domani, venerdì 3 aprile, presso ciascun Comune Capo COM, da noi contattato direttamente, al quale ogni Sindaco si può rivolgere per concordare il ritiro del numero di mascherine spettanti. E’ un modesto apporto ma speriamo possa contribuire all’insostituibile impegno dei Sindaci, le vere sentinelle del nostro territorio.”

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo