La Nuova Provincia > Attualità > L’ordine del medici visita il Pronto Soccorso: discussi sicurezza e carenza di personale
Attualità Asti -

L’ordine del medici visita il Pronto Soccorso: discussi sicurezza e carenza di personale

Giovedì mattina il presidente dell’Ordine dei Medici di Asti dott. Claudio Lucia con il vice presidente dott. Claudio Sciacca e il consigliere dott.ssa Laura Massarelli hanno avuto un incontro con il vice primario del Pronto Soccorso, dott. Marcello Cottafavi.

Sicurezza e carenza di personale i temi affrontato durante la visita al Pronto Soccorso

Giovedì mattina, nell’ufficio del Pronto Soccorso, il presidente dell’Ordine dei Medici di Asti dott. Claudio Lucia con il vice presidente dott. Claudio Sciacca e il consigliere dott.ssa Laura Massarelli hanno avuto un incontro con il vice primario del Pronto Soccorso, dott. Marcello Cottafavi.
Motivo del colloquio è stato esprimere innanzitutto la vicinanza dell’Ordine dei Medici agli operatori del settore “visti i recenti e frequenti casi di insulti, aggressioni e minacce sia fisiche che verbali durante lo svolgimento di un lavoro così delicato che necessiterebbe di un clima di serenità e che sta invece diventando sempre più difficile e rischioso – ha infatti sottolineato il dott. Lucia – Ricordo che c’è un Protocollo Osservatorio, costituito in collaborazione con l’ASL di Asti e istituito nel 2015, che ha il compito di assicurare controllo e intervento per soffocare fenomeni di violenza.
Inoltre, ci tengo a precisare, che se, malauguratamente, dovesse accadere qualche episodio particolarmente grave, l’Ordine dei Medici si costituirà parte civile.”

Carenza di personale

Durante l’incontro con il dott. Cottafavi si è poi discusso della carenza del personale, causa primaria di tanti disagi.
“Tale carenza è pari al 15%-20%, – ha confermato Claudio Lucia – e, per ovviare, occorrono maggiori investimenti.
Una cosa che è già stata predisposta è invece il passaggio più frequente in Pronto Soccorso da parte delle forze dell’ordine della Polizia di Stato, con cui ho già parlato personalmente e, in seguito, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Risolvere le criticità

Noi, come Ordine dei Medici, ci impegniamo inoltre a fare in modo che si possano risolvere al più presto tutte le criticità esistenti per salvaguardare i lavoratori del settore ma anche il comune cittadino che, per necessità, si reca al Pronto Soccorso e che di questi tempi – ha terminato il dott. Lucia – potrebbe involontariamente trovarsi coinvolto in situazioni poco piacevoli che purtroppo fanno ormai parte di un malcostume diffuso a livello nazionale che coinvolge più settori.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente