aff
Attualità
Riconoscimento

Luca Mancini ambasciatore del “Moncalvo”

Assegnato al pittore aleramico il premio dell’associazione “Guglielmo e Orsola Caccia”

Tutto pronto per la settima edizione del Premio intitolato ai celebri pittori moncalvesi del Seicento Guglielmo e Orsola Caccia. Si terrà sabato 8 ottobre alle 16 nella chiesa parrocchiale di San Francesco e il riconoscimento sarà assegnato a Luca Mancini, pittore e artista moncalvese ambasciatore del “Moncalvo” nel mondo.

Mancini (foto sotto) nasce a Moncalvo il 1° luglio 1963 e sin da piccolo dimostra doti pittoriche non comuni. A sedici anni mette in mostra i dipinti dedicati alla sua città. Nella chiesa della Madonna delle Grazie (oggi Santuario di Madre Teresa di Calcutta) i visitatori si trovarono davanti a venti rappresentazioni sorprendenti di una Moncalvo vista in chiave surrealista e paesaggi notturni. Dopo aver frequentato le scuole medie a Moncalvo, l’Istituto di Arte ad Asti, l’Accademia Albertina di Belle Arti a Torino, Mancini insegna Educazione artistica e Storia dell’arte in licei e istituti di indirizzo artistico.

Partecipa a mostre personali e collettive. Si appassiona alla decorazione di interni acquisendo capacità tecniche non comuni. Riceve commesse in Lombardia, Liguria, Costa Azzurra, Costiera Amalfitana. Dieci anni fa, nel 2012, Mancini ha trascorso sei mesi a Riyad, capitale dell’Arabia Saudita, a ridare vita agli interni di una villa appartenente alla famiglia reale. Nel gennaio 2022 è partito per gli Stati Uniti diretto a Sarasota, in Florida, per impreziosire un soffitto realizzando una reinterpretazione in chiave classica dell’Annunciazione di Leonardo da Vinci. Mancini oggi vive ad Amalfi, ma resta legato a Moncalvo dove torna puntualmente ogni anno.

«E’ la mia prima casa – dice Mancini – quella che non si scorda mai». Al termine dell’incontro ci sarà un rinfresco nei locali parrocchiali. Ad assegnare il premio è la parrocchia guidata da Benjamin Kpodzro insieme all’Associazione Guglielmo e Orsola Caccia presieduta da Marco Tiberga organizzatrice dell’evento. A partire dal 2016 l’associazione ha istituito il “Premio Guglielmo Caccia” e il “Premio Orsola Maddalena Caccia” assegnato a personalità che hanno valorizzato le opere dei due artisti e promosso più in generale le opere artistico culturali di Moncalvo e del territorio. Nel 2021 il premio è stato dato Monsignor Derio Olivero, «il vescovo di Pinerolo che accompagna le lettere ai fedeli con le rappresentazioni di celebri dipinti».

 

Una realtà nata nel 2014 per promuovere il patrimonio artistico e culturale locale

L’associazione “Guglielmo Caccia ‘detto il Moncalvo’ e Orsola Caccia” nasce nel gennaio 2014 al fine di valorizzare le opere di Guglielmo e Orsola Maddalena Caccia presenti nelle chiese della Parrocchia di Moncalvo e più in generale l’intero patrimonio artistico e culturale della città di Moncalvo. L’input alla costituzione del sodalizio è dato dal prezioso intervento di restauro, avvenuto tra il 2011 e il 2015, di tutte le opere di Guglielmo e Orsola Maddalena Caccia di proprietà della Parrocchia di Moncalvo, voluto fortemente dall’allora parroco don Giorgio Bertola.

Nella foto in alto: l’affresco di Mancini nel Santuario.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo