La Nuova Provincia > Attualità > Luca Quaglia diventa coordinatore del Comitato astigiano di Cambiamo
Attualità Costigliole - San Damiano -

Luca Quaglia diventa coordinatore del Comitato astigiano di Cambiamo

L’obiettivo è offrire una nuova casa al popolo del centrodestra che cerca nella politica la possibilità di mettersi in gioco

Luca Quaglia, già amministratore comunale e provinciale, entra ufficialmente nel Comitato di Cambiamo con Toti

Anche nell’Astigiano è nato ufficialmente il Comitato cittadino e provinciale di Cambiamo, il partito fondato dal Governatore della Liguria, Giovanni Toti, con l’obiettivo di offrire una nuova casa al popolo del centrodestra che cerca nella politica la possibilità di mettersi in gioco in un contesto nuovo e l’occasione di offrire le proprie competenze alla comunità.

«La nascita del Comitato di Asti e provincia – dichiara il Senatore e Segretario nazionale Massimo Berutti – è un nuovo passo importante nella crescita e nella diffusione sui territori di Cambiamo. Sono certo che gli amici astigiani, che stanno già mettendo tutto il loro entusiasmo in questa nuova, importante, avventura, daranno un apporto significativo alle dinamiche della nostra nuova realtà».

Cambiamo si presenta come una realtà “ispirata ai valori della tradizione liberal democratica, conservatrice dei principi fondamentali della civiltà occidentale e riformatrice delle politiche”. Un partito “che si richiama a quella cultura politica che ha sempre saputo coniugare la difesa dell’identità culturale, la risposta alla richiesta di sicurezza e protezione sociale e la modernizzazione dei processi di sviluppo”.

A coordinare il Comitato sarà Luca Quaglia, un’esperienza politica decennale come amministratore del Comune di San Damiano e della Provincia. «È un progetto nuovo in cui ho creduto fin da subito – commenta Quaglia – molte persone di tutta la provincia, tra cui imprenditori, professionisti, amministratori e gente comune, stanno aderendo e si stanno avvicinando. Bisogna dare voce a tutti quelli che non si sentono più rappresentati dai partiti che hanno animato la scena politica negli ultimi anni e cercano risposte che solo la politica fatta con competenza e dedizione può dare. Il lavoro da fare è tanto, ma la squadra è forte e preparata».