La Nuova Provincia > Attualità > Mauro Vaccaneo è il nuovo amministratore unico della Gesster che gestisce i servizi sociali del Cisa Asti Sud
Attualità Asti Nizza Monferrato -

Mauro Vaccaneo è il nuovo amministratore unico della Gesster che gestisce i servizi sociali del Cisa Asti Sud

Succede a Piero Lamari, che è stato in carica per un triennio. La nomina è avvenuta, alla scadenza del predecessore, a seguito di manifestazione di pubblico interesse

Mauro Vaccaneo nuovo amministratore unico della Gesster

È Mauro Vaccaneo, avvocato, il nuovo amministratore unico di Gesster, l’azienda a capitale interamente pubblico che gestisce i servizi sociali sui 40 comuni del consorzio CISA Asti sud. Succede a Piero Lamari, che è stato in carica per un triennio. La nomina è avvenuta, alla scadenza del predecessore, a seguito di manifestazione di pubblico interesse.

Servizio importante

«L’importanza a livello sociale dei servizi di cui CISA e Gesster si occupano, in un territorio piuttosto vasto, è davvero grande – commenta Vaccaneo. – Per questa ragione sono grato di aver potuto mettere a disposizione, a livello gratuito, la mia figura per questo ruolo». Gesster è una società a responsabilità limitata, di proprietà per il 90% del CISA Asti sud e per il 10% dell’Unione Collinare “Vigne&Vini”. Impiega un’ottantina di persone tra educatori professionali, operatori socio sanitari e amministrativi.

Centro diurno socio-terapeutico

Tra i molti servizi spiccano il Centro Diurno di tipo socio-terapeutico riabilitativo, in viale Umberto I (30 gli ospiti) e l’Educativa Territoriale, che si occupa di circa 80 famiglie. Inoltre fanno capo a Gesser e CISA (quest’ultimo diretto da Giuseppe Occhiogrosso) i servizi di assistenza scolastica, assistenza e cure domiciliari (160 le famiglie seguite), interpretariato LIS, in ambito scolastico e territoriale, nonché il micronido “Raggio di Sole” di Montegrosso.

Avvocato a Canelli

Mauro Vaccaneo, 46 anni, è consigliere comunale di Calamandrana. Esercita come avvocato presso lo studio a Canelli e fa parte dell’elenco regionale per il patrocinio di donne vittime di violenza di genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente