mense scolastiche sito
Attualità
Iniziativa

Mense scolastiche, nuovo questionario di gradimento

Proposto dal Comune e dalla Commissione cittadina formata da insegnanti e genitori, è riferito al menu invernale ed è disponibile on line

E’ on line il nuovo questionario di gradimento relativo alle mense scolastiche cittadine.
L’iniziativa è stata concordata dal Comune di Asti e dalla Commissione mensa – composta da insegnanti e genitori delle diverse scuole cittadine – che partecipano a riunioni periodiche per monitorare e migliorare il servizio di refezione. Il questionario riguarda, nello specifico, il menu invernale servito attualmente in mensa per rilevarne punti di forza e debolezza. L‘obiettivo è valutare il gradimento dei pasti da parte dei bambini e dei ragazzi, anche in previsione della predisposizione del menu primaverile e delle attività di educazione alimentare che Comune e Commissione mensa stanno progettando.

Le domande

Il questionario, disponibile on line su un apposito form, è rivolto ai genitori dei bambini che frequentano le scuole materne, elementari e medie, «invitati a rispondere con la massima libertà in quanto il questionario è anonimo», sottolineano i promotori.
Il questionario è stato organizzato in domande a risposta chiusa – piatto accettato, parzialmente accettato, rifiutato – riferite ad ogni singola portata del menu, suddiviso per tipologia: primi, secondi, contorni…
«Pertanto – spiegano – si richiede necessariamente la collaborazione tra genitori e figli nella scelta della risposta. Se non si hanno informazioni sul piatto, tralasciare le caselle in questione».
Eventuali annotazioni o suggerimenti utili al miglioramento del servizio possono essere fornite utilizzando lo spazio finale. Nel caso in cui più figli usufruiscano del servizio mensa, è richiesto di compilare un questionario per ogni figlio.
«La compilazione – assicurano – è molto veloce. E va ricordato che, più informazioni la Commissione riceverà, più incisivi potranno essere gli interventi per migliorare il servizio».
Le risposte dovranno essere inviate entro venerdì 6 marzo. Per rispondere al questionario clicca qui.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo