Solidarietà, affollatoil mercatino delle scuole
Attualità

Solidarietà, affollato
il mercatino delle scuole

Lo Spazio Vinci è stracolmo di bambini e ragazzi. E' sabato, tarda mattinata, e come per un incanto la struttura che delimita l'area Babilano brulica di gente, di voci, di suoni come non mai.

Lo Spazio Vinci è stracolmo di bambini e ragazzi. E' sabato, tarda mattinata, e come per un incanto la struttura che delimita l'area Babilano brulica di gente, di voci, di suoni come non mai. Di solito è silenziosa e triste. Vuota, dopo la fuoriuscita dei vigili urbani. Sabato invece no. All'interno dell'ampio locale i Servizi Sociali del Comune hanno organizzato con alcune scolaresche della città un mercatino di natale. Una serie infinita di bancarelle colme di statuine, di disegni, di stelle comete, di babbi natale percorrevano i due lati del lungo locale e dietro ad ognuna di queste i ragazzini, autori delle meraviglie in bella vista sui banchi, proponevano ai visitatori l'acquisto anche solo di un articolo. In fondo il prezzo non era poi così caro. In media ogni articolo costava un euro. Poi c'era qualcosa di più grande e allora in quel caso il prezzo saliva di un paio di euro.

Alla fine della giornata la cifra incassata è stata devoluta ai Servizi Sociali del Comune che individueranno alcune famiglie bisognose della città a cui dare un piccolo sollievo in occasione del Natale. Nella scorsa edizione la cifra incassata è stata di circa 5 mila euro. Quest'anno la raccolta è diminuita. Si è attestata attorno ai 3 mila e 700 euro, ma visti i tempi che corrono, il risultato può essere considerato più che soddisfacente. Anche l'adesione delle scolaresche si è ridotta di qualche unità rispetto alla scorsa edizione. A dare un contributo ad incrementare il ricavato sono stati i ragazzi del Liceo Artistico Benedetto Alfieri (con l'insegnante Jolanda Rega) che hanno rallegrato tutti i presenti, venditori ed acquirenti, con due apprezzati concerti. Uno in mattinata e il secondo nel pomeriggio. Anche il coro del Liceo Classico, diretto da Nuccia Scoglia, ha dato una mano a ravvivare il pomeriggio di sabato, mettendo il proprio repertorio e la propria bravura e disposizione degli organizzatori dell'evento, come anche il gruppo musicale della scuola Suzuki, guidato dall'insegnante Elena Enrico.

«Siamo soddisfatti del risultato conseguito dall'iniziativa -? ha detto Patrizia Picco, una delle organizzatrici del mercatino ?- Se è vero che è leggermente diminuita l'adesione delle scuole, è altrettanto vero che sono aumentati i pacchi dono dei ragazzi, che hanno superato le 400 unità». I pacchi sono stati donati al "Cav", Centro Aiuto Vita. Novità di quest'anno la "bottiglietta" in cui inserire le monete piccole da uno, due o cinque centesimi. Alla fine della giornata le monetine sono state contate grazie ad un contamonete automatico, messo a disposizione della Cassa di Risparmio di Asti, e il ricavato di 800 euro è stato sommato all'incasso ottenuto dalla vendita degli articoli.

f.d.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale