La Nuova Provincia > Attualità > Mezzosangue in pista nella “buca” di Fucecchio
Attualità, Palio Asti -

Mezzosangue in pista nella “buca” di Fucecchio

Preziose indicazioni sono giunte dalle otto prove in programma

Otto prove di addestramento

Nel pomeriggio di sabato, a Fucecchio, all’interno della “Buca” che ospita la pista sulla quale si corre il Palio, si sono svolte le “corse d’estate” in preparazione all’evento che dovrebbe svolgersi il 4 ottobre. Otto le prove di addestramento previste. Nel dettaglio il resoconto della giornata.

Bosea non tradisce le aspettative

Prima corsa: dei sette cavalli iscritti soltanto quattro si presentavano al canapo. Defezioni di Aiò De Sedini (Giuseppe Zedde), Amira Music (Francesco Carìa) e All (Gavino Sanna). Al via, dallo steccato, Ardavli (fantino Andrea Farris), Antuosco (Elias Mannucci), Atletico Baio (Vincenzo Turco) e Bosea (Dino Pes). Era Dino Pes con Bosea ad imporsi, precedendo Atletico Baio (Turco) e Ardavli (Farris).

Ziculitth va in testa e resiste

Seconda prova con sette accoppiate al via. Dallo steccato: Ziculitth (Alessandro Cersosimo), Zingaro Baio (Rocco Betti), Zelo (Antonio Mula), Nicolas de Pedra Ulpu (Giacomo Lo Manto), Vesuvio Prepotente (Mirko Verdigi), Tuscia (Jacopo Pacini) e di rincorsa Saburghesa (Federico Guglielmi). Cersosimo prendeva il comando e respingeva gli attacchi di Verdigi e Betti, chiudendo la sua convincente prestazione davanti a Verdigi e a Guglielmi, quest’ultimo in risalita dalle retrovie.

Il Sogno di Luca Boldrini

Nella terza prova sette i mezzosangue iscritti. Dallo steccato: Virago (Nicolò Farnetani), Vaiana de Campeda (Adrian Topalli), Un sogno (Luca Boldrini), Zio Giò (Federico Guglielmi), Tornada (Alessandro Cersosimo), Uthill (Elias Mannucci) e di rincorsa Diamante da Clodia (Mirko Di Paola).
Con una prova in crescendo ed un ultimo mezzo giro “sparato” andava a vincere Luca Boldrini con Un Sogno, precedendo Diamante da Clodia (Di Paola) e Vaiana de Campeda (Topalli).

Red Riu è un fulmine

La quarta prova d’addestramento vedeva allinearsi alcuni soggetti di notevole interesse in futura ottica paliesca astigiana. Dallo steccato: Coffeetime Pontadour (Mattia Chiavassa), Red Riu (Adrian Topalli), Zarck (Alessio Migheli), Voulture (Enrico Bruschelli), Tempesta da Clodia (Alessandro Cersosimo), Solu Tue Due (Francesco Carìa) e di rincorsa Calliope da Clodia (Nino Manca). Prova di forza dell’accoppiata Topalli-Red Riu, che dominava in tutta sicurezza battendo nell’ordine Calliope da Clodia (Manca) e Voulture (E. Bruschelli).

Vittoria di Socrates de Bonorva

Il programma proseguiva con la quinta prova, alla quale prendevano parte , dallo steccato, Socrates de Bonorva (Carlo Sanna), Trikke (Rocco Betti), Tribuno (Massimo Columbu), Unadea (Adrian Topalli), Le Kabil (Jacopo Pacini), La Gioconda (Alessio Migheli) e di rincorsa Zebrino (Antonio Mula).
Dopo un giro d’attesa Carlo Sanna rompeva gli indugi e spingeva forte con il suo Socrates de Bonorva, vincendo la resistenza di Rocco Betti su Trikke (secondo) e di Adrian Topalli su Unadea (terzo).

Tarocco viaggia spedito

Sesta prova: defezione di Antonio Mula con Elwood d’Escar. In sei al canapo. Dallo steccato: Angelo Rosso (Francesco Carìa), Yoghi da Clodia (Alessandro Cersosimo), Tarocco (Jonatan Bartoletti), Querida de Marchesana (Giacomo Lo Manto), Remo Secondo (Giovanni Puddu) e di rincorsa Scontrosa da Clodia (Mattia Chiavassa). Dopo quattro false ed un primo giro d’assestamento a prendere in mano la situazione era Bartoletti, che portava al successo il suo Tarocco. Piazza d’onore per Scontrosa da Clodia (Chiavassa) e terzo posto per Angelo Rosso (Francesco Carìa).

Viky Fortuna su tutti

La settima e penultima prova del pomeriggio di sabato vedeva iscritte sette accoppiate. Dallo steccato:
Hakara Trois (Marco Bitti); Farfadet du Pecos (Mattia Chiavassa); Tanti Auguri (Federico Guglielmi); Viky Fortuna (Alessio Migheli); Briccona da Clodia (Nino Manca); Superba da Clodia (Nicolò Farnetani) e di rincorsa: Spartaco da Clodia (Adrian Topalli). Avvio convincente di Farfadet du Pecos, Viky Fortuna e Tanti Auguri. Era poi Viky Fortuna Migheli) a guadagnare la testa e ad imporsi su Spartaco da Clodia (Topalli), protagonista di una notevole rimonta, e Hakara Trois (Bitti).

Zaminde domina

Ottavo e ultimo appuntamento della riunione di Fucecchio. Dallo steccato: Uragana Bella (Rocco Betti); L’Essenziale (Federico Guglielmi); Zaminde (Antonio Siri); Espoir de Brume (Alessio Giannetti); Sempre In Piedi (E. Bruschelli) e di rincorsa Tay Tay (Carlo Sanna). Assente Uber Alles (Gianluca Sanna).
Avvio imperioso e ottimo controllo della prova da parte di Zaminde (Siri), che andava a vincere precedendo sul palo l’Essenziale (Guglielmi) ed Espoir de Brume (Giannetti).

Nella foto, Dino Pes vince su Bosea

Articolo precedente
Articolo precedente