Manifestazione-ad-Annone-contro-il-centro-profughi-592d1cc127ffb1
Attualità

Migranti: il progetto sul rimpatrio volontario riguarderà anche quelli ospitati a Castello d’Annone

La Regione intende finanziare un’attività lavorativa nel loro Paese d’origine. Ad Asti un’ottantina di “sgomberati” dall’ex Moi

Il protocollo firmato ieri

Riguarderà anche alcuni dei migranti attualmente ospitati al centro di prima accoglienza di Castello d’Annone gestito dalla Croce Rossa il progetto avviato ieri dalla Regione Piemonte sul rimpatrio volontario.

Lo annuncia la Prefettura di Asti che aveva gestito il trasferimento di un’ottantina di stranieri “sgomberati” dall’ex Moi di Torino e indirizzati a Castello d’Annone il 30 luglio in attesa di ricollocamento. Ricollocamento che potrebbe a questo punto passare anche attraverso un rimpatrio garantito da un’attività lavorativa finanziata dalla Regione Piemonte nel Paese d’origine.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo