Cerca
Close this search box.
sea-salad-1166493_960_720
Attualità
Manifestazione

Mombercelli, ReWineD festival, per le cene non serve il Green Pass

Le precisazioni degli organizzatori sulle regole anticovid da seguire per l’appuntamento di sabato e domenica

Tutto pronto a Mombercelli per la terza edizione del ReWineD festival, in programma per sabato e domenica nella centrale piazza Alfieri. Una doppia serata all’insegna della musica e della buona cucina attenderà gli ospiti dell’appuntamento estivo mombercellese. Da gustare ci saranno polpo con patate, insalata di mare, vitello tonnato, linguine all’astice, linguine alle vongole, gnocchi al ragù, frittura mista di pesce, salamella, hamburger, patatine fritte, dolci; ci sarà anche la possibilità di menu da asporto e a disposizione servizio navetta. Prenotazione obbligatoria ai numeri telefonici 3337238115, 3284080041.

Per la partecipazione alle cena nelle due serate non sarà obbligatorio esibire il Green Pass e a tal proposito precisano gli organizzatori: «Per quanto riguarda la necessità di possedere una certificazione verde COVID-19 per partecipare a ogni tipo di evento che si svolga all’aperto in spazi non delimitati e senza precisi varchi d’ingresso (ad esempio in parchi, strade o piazze), il DAGL (Dipartimento per gli Affari Giuridici e Legislativi, ovvero la struttura di supporto alla Presidenza del Consiglio) ha risposto che “l’obbligo di possedere una certificazione verde COVID-19 per accedere agli spettacoli aperti al pubblico, stabilito dall’articolo 5 del decreto-legge n. 52 del 2021, a seguito della modifica 2 introdotta dall’art. 3 del decreto legge n. 105 del 2021, si riferisce a luoghi che consentono, per la loro conformazione, di limitare l’ingresso da parte degli spettatori (sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e altri locali o spazi anche all’aperto). L’obbligo di possedere una certificazione verde COVID-19 non si applica, invece, nel caso in cui gli eventi si svolgano in luoghi all’aperto privi di specifici e univoci varchi di accesso, come ad esempio in piazze, vie o parchi pubblici, a cui possono accedere anche soggetti per fini diversi da quello di assistere all’evento che non è quindi destinato ad un pubblico predefinito e contenuto in spazi dedicati in modo esclusivo all’evento stesso”. A tal proposito si ringrazia l’UNPLI per l’attenzione ed il grande lavoro svolto per ottenere chiarezza su temi delicati collegati agli aspetti sanitari. Per questo motivo nelle serate del 28 e 29 agosto, per potersi sedere al tavolo e partecipare alla cena, non sarà richiesto il Green Pass. Si ricorda che saranno in vigore le norme di prevenzione per contagi da Covid-19».

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale