Monastero
Attualità
Inaugurazione

Monastero Bormida: apre al castello la mostra antologica su mezzo secolo di arte in Piemonte

Panoramica sugli artisti nativi o provenienti da altre zone che hanno lavorato nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo nella prima metà del Novecento

Sabato alle 17 inaugura al Castello di Monastero, a cura del Comune e dell’Associazione Museo del Monastero, la nuova mostra “1900-1950 Pittura e scultura nel Basso Piemonte” a cura di Mauro Galli, Rino Tacchella e Cinzia Tesio. Sarà aperta fino al 1 novembre. Così raccontano i curatori, critici da tempo impegnati nella valorizzazione degli artisti di questi territori:

«La mostra offre una vasta panoramica sugli artisti nativi o provenienti da altre zone che hanno lavorato attivamente nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo nella prima metà del Novecento».

Si inizia agli albori del secolo, sulla scia del realismo e del romanticismo tardo ottocenteschi, per proseguire con i filoni innovativi emersi nella transizione verso naturalismo e simbolismo. E se primo dopoguerra e anni ‘20 si distinguono per “ritorni all’ordine”, dal decennio successivo ricompaiono i temi della natura, del paesaggio e del mondo contadino. Al taglio del nastro interverranno le autorità e i curatori dell’esposizione. Apertura al pubblico il sabato dalle 15,30 alle 18,30 e la domenica dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18,30. Comitive e gruppi su prenotazione, anche in settimana, contattando l’associazione (349-6760008, museodelmonastero@gmail.com).

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo