IMG-20220618-WA0002
Attualità
Formazione

Moncalvo: l’asilo “Fratelli Camossi” diventa scuola bilingue

La scuola dell’infanzia ha chiuso l’anno e si prepara a realizzare importanti novità. A luglio l’Estate Ragazzi e a settembre l’inglese per tutti i bimbi, anche per il doposcuola

Con la consueta rappresentazione teatrale e la consegna dei diplomi ai bambini che passeranno alla primaria, si è chiuso l’anno scolastico per la Scuola dell’Infanzia “Fratelli Camossi”. Da luglio inizierà, invece, l’Estate Ragazzi per quattro settimane.

Il Camossi è un Istituto sempre molto attivo e attento alle esigenze delle famiglie. Infatti, dal prossimo settembre, saranno diverse le novità che accoglieranno i bambini: prima fra tutti il progetto “English Together” che fa diventare la struttura una vera e propria scuola bilingue. L’inglese sarà insegnato e parlato per i bambini dell’asilo e anche per coloro che frequenteranno il doposcuola.

«Un gioco per i bambini che si trasformerà in un’opportunità utile per tutta la loro vita», fanno sapere dal Consiglio di Amministrazione dell’Ente. Il progetto è stato ideato e sarà seguito da Federica Stefan, esperta nell’apprendimento dell’inglese infantile, laureata e certificata Cambridge ESOL. «L’attività nasce dal connubio tra la mia voglia costante di mettermi in gioco e l’importanza che per me ha l’inglese – dice Stefan – a oggi, la realtà dell’inglese nelle scuole italiane è tutt’altro che positiva, e nel mio piccolo volevo fare la mia parte. Dopo la mia laurea magistrale in lingue straniere e moderne ho deciso di ampliare il mio bagaglio con un corso di formazione dedicato all’inglese infantile e subito è nata in me la voglia di mettere in pratica tutto ciò che avevo studiato e imparato».

È stata proprio la professoressa Stefan a proporre il progetto alla scuola Camossi, il quale ha lavorato sodo per concretizzare la proposta: «E così da settembre, la scuola dell’infanzia Fratelli Camossi diventa bilingue. I bambini saranno esposti quotidianamente alla lingua, attraverso un metodo definito “Natural Approach” che permetterà loro di imparare l’inglese senza sforzi, ma giocando e imparando parole nuove». Un’idea che è già presente in realtà comunali ben più grandi: «Perché proprio Moncalvo? – conclude Federica Stefan – oltre all’amore che da sempre mi lega alla mia città, penso che una realtà come quella di Moncalvo meriti una possibilità come questa».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo