La Nuova Provincia > Attualità > Moncalvo non rinuncia alla sua Fiera del Tartufo
Attualità Moncalvo e Nord -

Moncalvo non rinuncia alla sua Fiera del Tartufo

Confermata la manifestazione di domani con le norme anticontagio

Primo appuntamento astigiano

Torna anche quest’anno, nonostante l’emergenza Covid-19, la Fiera Nazionale del Tartufo.  Domani, domenica, si svolgerà la 66esima edizione: la prima giornata dedicata al re della nostra tavola a cui si replica con un secondo appuntamento la successiva domenica 25. Quella di quest’anno sarà un’edizione rivisitata con meno espositori e, soprattutto, il palatenda in mezzo alla piazza per il concorso dedicato ai migliori esemplari di tartufo in circolazione. Abbandonati, quindi, gli storici portici che dall’inizio della manifestazione facevano da cornice all’evento. In Piazza Carlo Alberto saranno presenti i migliori diamanti grigi in circolazione.

60 espositori in piazza

Previsti circa 60 espositori che venderanno prodotti enogastronomici, dell’artigianato e tante curiosità artistiche. Novità di quest’anno la presenza degli espositori di Patti, la cittadina siciliana con la quale il comune di Moncalvo sta cercando di realizzare un gemellaggio. Si parte, alle 9, con l’inaugurazione della grande area espositiva mentre, alle 9.15, si aprono le iscrizioni al concorso per commercianti e cercatori (trifulao) nelle due sezioni: esemplari singoli e in gruppo.

Gli eventi collaterali

Nel ridotto del Teatro Civico, alle 10, esposizione delle opere pittoriche vincitrici dell’ultimo concorso del Gam (Gruppo Artisti Moncalvo). Alle 11.30, è prevista la chiusura delle iscrizioni e l’inizio dei lavori della commissione che giudicherà i diamanti grigi in dimensione, peso, profumo e struttura. Il momento più atteso alle 12.30 quando verrà assegnato il “Tartufo d’Oro”, artistica fusione, che premierà il più bel solitario in un concorso.

“Grattate” sui piatti con la Pro loco

Tutti a mangiare, dalle 11, presso lo stand della proloco in piazza Carlo Alberto, con le degustazioni enogastronomiche a base di tartufi. Durante le due giornate sarà in funzione un servizio gratuito di bus navetta, con partenza dalle diverse aree parcheggio fino alla piazza della Fiera. Infine, gli eventi collaterali alla fiera saranno, quest’anno, la mostra fotografica a Casa Montanari sulla tradizione del tartufo e la sua ricerca, a cura del fotografo Giovanni Cappello, e l’apertura del Museo Civico con la temporanea dedicata a Orsola Caccia.

d.m.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente