Elisoccorso 2
Attualità
Elisoccorso

Moncalvo, tutto pronto per il volo inaugurale dell’elisoccorso notturno del 118

Alle 20,30 di venerdì l’elisoccorso effettuerà un “touch & go” alla presenza dei sindaci e delle unità di soccorso del territorio

E’ previsto per venerdì prossimo, 4 marzo, il volo inaugurale dell’elisoccorso notturno del 118 a Moncalvo, un servizio importante per la collettività e per il territorio. L’amministrazione comunale si è attivata per rispondere agli adeguamenti richiesti dalla sede regionale 118 al fine di rendere possibile l’atterraggio notturno sul campo da calcio principale degli impianti sportivi.

L’approvazione finale c’è stata il 4 febbraio scorso, quando l’assessora Barbara Marzano e la consigliera Anna Varvelli, che hanno seguito l’iter di accreditamento, hanno incontrato insieme a Unionsport e Croce Rossa, Roberto Colombo, gestore Elisuperfici 118 (nella foto) in un sopralluogo per verificare la struttura. Il via libera è arrivato con la conferma del volo inaugurale, fissato alle 20,30 di venerdì, quando l’elisoccorso effettuerà un “touch & go” alla presenza dei sindaci e delle unità di soccorso del territorio.

«Un bel risultato per la nostra comunità che finalmente potrà disporre di un servizio così fondamentale per la salute pubblica – ha commentato il sindaco Christian Orecchia – Moncalvo oggi potrà essere anche punto di riferimento per l’atterraggio dell’elisoccorso durante interventi che riguardano non solo il nostro comune ma tutto il territorio limitrofo».

In Piemonte il servizio di elisoccorso notturno è attivo dal novembre 2014.

«Nell’Astigiano, e in tutto il nostro territorio, i siti di atterraggio idonei per tale attività stanno crescendo notevolmente di giorno in giorno – spiega Marisa Garino, referente di sede della Croce Rossa di Moncalvo – si tratta di un servizio importante che estende l’emergenza Sanitaria 118 in modo sempre più capillare. I volontari del soccorso svolgono un’importante ruolo di supporto all’operatività notturna del servizio di elisoccorso sia per le procedure manuali per l’accesso e l’accensione delle luci sia per il “rendez-vous” con le ambulanze per trasportare il paziente verso il campo sportivo individuato. Per questo motivo l’attivazione di un sito di atterraggio è sicuramente importante ma non esaurisce, certamente, il costante bisogno di mezzi su ruota e, soprattutto, di volontari che un buon servizio alla popolazione richiede».

Conclude la consigliera Anna Varvelli: «E’ una grande soddisfazione aver realizzato il progetto di dotare la nostra città di un campo di atterraggio notturno dell’elisoccorso. Questo garantisce un soccorso tempestivo ed una veloce ospedalizzazione del paziente nella struttura ospedaliera più idonea».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo