Poste Montiglio
Attualità
Disagio

Montiglio: ufficio postale, proteste per l’apertura ridotta

Il sindaco Dimitri Tasso aveva richiesto la riapertura quotidiana ricevendo però risposta negativa
Proteste in paese per l’apertura dell’ufficio postale limitata, ormai da due anni, a soli tre giorni alla settimana (martedì, giovedì e sabato), come avviene in molti altri centri della provincia. Se ciò può essere comprensibile per i piccoli paesi, meno accettabile è che avvenga in un centro importante come Montiglio, che dopo la fusione con Colcavagno e Scandeluzza aveva già subito la chiusura dello sportello di quest’ultimo centro.

Il sindaco Dimitri Tasso, terminata la fase acuta della pandemia, aveva nuovamente richiesto a Poste Italiane la riapertura quotidiana dell’ufficio postale di via Stazione, ma la risposta è stata ancora una volta negativa. Ciò crea non pochi disagi ai cittadini, costretti a lunghe code al freddo (per la pandemia l’ingresso è contingentato) o a doversi recare in paesi vicini come Cocconato, dove l’ufficio è invece aperto tutti i giorni.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail