Motori di camion e water, i volontari"puliscono il mondo" dall'inciviltà
Attualità

Motori di camion e water, i volontari
"puliscono il mondo" dall'inciviltà

A Tanaro si era tenuta la prima edizione e a Tanaro si è tenuta quella dei dieci anni. Parliamo di “Puliamo il mondo”, la grande operazione di spazzamento di alcune parti della città che da

A Tanaro si era tenuta la prima edizione e a Tanaro si è tenuta quella dei dieci anni. Parliamo di “Puliamo il mondo”, la grande operazione di spazzamento di alcune parti della città che da dieci anni veiene organizzata dalla Protezione Civile Città di Asti con il gruppo degli ecovolontari comunali, il Wwf e il circolo locale di Legambiente. In 63, sabato scorso, oltre ai volontari “istituzionali” si sono armati di rastrelli, palette, sacchi dell’immondizia e hanno pulito nove aree fra parco, rampe della tangenziale e zona delle bule sotto il coordinamento dell’Ufficio Ambiente del Comune di Asti. In tuta mimetica da cacciatore di rifiuti anche l’assessore Alberto Pasta, Enrico Panirossi e Giorgio Caracciolo, componenti della commissione consiliare ambiente.

Come sempre l’inventario dei rifiuti recuperati ha dell’incredibile: dai mobili agli elettrodomestici, dai water ai giocattoli, dai materassi alle montagne di bottiglie di plastica. Fra le “chicche” anche due batterie e un pezzo di motore di un camion. Dall’Ufficio Ambiente del Comune, però, segnalano una leggera diminuzione di rifiuti pericolosi la cui presenza è stata segnalata e saranno rimossi nelle forme adeguate mentre l’Asp provvederà alla rimozione e allo smaltimento del resto del materiale recuperato di circa 160 quintali.

All’incontro conclusivo della mattinata, l’assessore Pasta, a chi ha chiesto con forma maggiori controlli sui trasgressori ha risposto: «Faremo il possibile, purtroppo la situazione logistica di questi siti rende difficoltosi i controlli, ma fortunatamente a volte si riesce a risalire ai responsabili, come testimoniano i rapporti mensili del Comando Polizia Municipale. Stiamo valutando varie forme di dissuasione».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail