Nizza Monferrato
Attualità

Nizza Monferrato: i cittadini si sono dimostrati molto generosi per solidarieta’

Lo segnala con soddisfazione il sindaco Simone Nosenzo: La somma raccolta, in questo momento, ammonta a circa 14 mila euro

A Nizza i cittadini sono stati generosi con le persone bisognose

Si stanno dimostrando molto generosi gli imprenditori, le associazioni e i privati della città del “Campanòn”, che nelle scorse settimane hanno contribuito con le proprie donazioni, effettuate con bonifico diretto tramite IBAN del Comune, al capitolo di risorse destinate ai “buoni spesa”. Lo segnala con soddisfazione il sindaco Simone Nosenzo: «La somma raccolta, in questo momento, ammonta a circa 14 mila euro. Davvero un importo notevole, dimostrazione concreta della sensibilità dei Nicesi in questo momento difficile. Anche quando si tratta di piccole offerte, in base alle possibilità di ciascuno, si tratta sempre di aiutare chi è più bisognoso. Mi sento di ringraziare davvero tutti quanti».

Le richieste vagliate dal Cisa e dal Comune

Gli uffici comunali in collaborazione con il CISA Asti sud provvedono a vagliare ciascuna richiesta di “buoni spesa”. Sono poi i volontari di Protezione Civile a consegnare i medesimi presso le abitazioni dei diretti interessati. Le risorse al momento assegnate sono in totale 37 mila 535 euro, di cui circa 18 mila sono già stati consegnati. Nel complesso sono 58 mila 300 euro i fondi assegnati dallo Stato, a cui si sommano le citate donazioni dei cittadini.

100 euro a cadenza quasi settimanale

Chi risulta avere requisiti per uno stanziamento ampio riceve un massimo di 100 euro a cadenza circa settimanale. Prosegue Nosenzo: «Mi sento di complimentarmi per il rapido lavoro anche gli uffici comunali e gli addetti del CISA Asti sud. Tutte le domande sono state vagliate e la distribuzione dei blocchetti di buoni già approvati prosegue regolarmente». Gli acquisti possono essere effettuati presso una serie di esercizi commerciali di Nizza, il cui elenco è disponibile sul sito del Comune e sulla pagina facebook “Nizza è”.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo