Armanoch
Attualità
Pubblicazione

Nizza: per l’Armanoch i disegni realizzati al centro diurno

Disponibile presso le edicole e librerie cittadine il tradizionale calendario in dialetto nicese proposto dall’Erca
Disponibile presso le edicole e librerie cittadine l’Armanòch, il tradizionale calendario in dialetto nicese dell’Accademia di Cultura Nicese “L’Erca”. Il tema del 2023 sono fatti, luoghi e persone legati al mondo dei treni e delle ferrovie in transito da Nizza Monferrato, dal senatore regio Bartolomeo Bona, di origini nicesi, al “ferroviere santo” Paolo Pio Perazzo.

I testi sono del vicepresidente Maurizio Martino, mentre alle traduzioni in dialetto nicese ha pensato come di consueto Domenico Marchelli. Un’altra collaborazione, questa volta del tutto inedita, riguarda la componente visiva. Anziché da un artista locale, le illustrazioni sono state curate dai ragazzi del Centro Diurno del CISA Asti sud (foto).

«Ringraziamo l’Erca e l’artista Massimo Ricci per la bella idea di coinvolgerci – commenta la direttrice Simona Ameglio – far illustrare ai ragazzi l’Armanoch è un gesto simbolico di grande valore, un modo per permettere a una componente fragile della società di dare il proprio contributo attivo e creativo. Siamo davvero molto contenti del risultato finale». Al centro diurno proseguono anche altre attività: dopo che uno dei presepi di foglie di granturco è stato esposto in Vaticano, sotto le feste, ora fervono i preparativi per il nuovo film con il regista Antonio Palese, già collaboratore in precedenti occasioni.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo