La Nuova Provincia > Attualità > Open Fiber: già 4.500 unità immobiliari di Asti connesse alla rete ultraveloce
Attualità Asti -

Open Fiber: già 4.500 unità immobiliari di Asti connesse alla rete ultraveloce

Parte dai quartieri compresi tra corso Volta, piazza del Palio e la stazione ferroviaria la nuova rete FTTH

Ad Asti accesi i primi collegamenti su Open Fiber

Asti è entrata in una nuova era digitale. Parte dai quartieri compresi tra corso Volta, piazza del Palio e la stazione ferroviaria la nuova rete FTTH (Fiber To The Home, fibra fino a casa) realizzata da Open Fiber, capace di abilitare velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo. La società guidata da Elisabetta Ripa ha infatti completato il cablaggio di circa 4.500 unità immobiliari della città, che possono quindi già rivolgersi agli operatori partner di Open Fiber e beneficiare di una rete ultraveloce e “a prova di futuro”. Si tratta solo del primo traguardo di un progetto ben più ampio, che prevede un investimento diretto di Open Fiber pari a 10 milioni di euro, e il collegamento di 27mila unità immobiliari attraverso un’infrastruttura interamente in fibra ottica di circa 150 chilometri.

Open Fiber sta realizzando anche ad Asti una rete quanto più pervasiva ed efficiente, che favorisca il recupero di competitività del “sistema Paese” e, in particolare, l’evoluzione verso “Industria 4.0”. La tecnologia FTTH abilita numerosi servizi innovativi per Enti, cittadini e imprese di Asti, che si estenderanno ad ambiti come lo smart working, lo streaming online di contenuti in HD e 4k, l’e-learning, la telemedicina, il cloud computing, la domotica, nonché le applicazioni per la gestione del territorio, dalla videosorveglianza ai sistemi per il controllo dei livelli di inquinamento.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati.

Ad oggi gli operatori partner di Open Fiber sono BBBell, Dimensione, Tiscali, Vodafone e WINDTRE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente