Via libera al preliminaredel nuovo palasport
Attualità

Via libera al preliminare
del nuovo palasport

Novità nel progetto di costruzione del nuovo palasport di Asti: la Giunta comunale ha approvato la modifica del piano originario che collocava la struttura in corso Casale e che ora invece verrebbe

Novità nel progetto di costruzione del nuovo palasport di Asti: la Giunta comunale ha approvato la modifica del piano originario che collocava la struttura in corso Casale e che ora invece verrebbe ospitata in piazza d’Armi (ribattezzata, di recente, piazza Cosma Manera). Lo spostamento è giustificato dall’esigenza di usufruire di quella parte dei fondi dei cosiddetti “contratti di quartiere” destinati a piazza d’Armi nell’ambito del progetto di riqualificazione della zona di viale Pilone. In mancanza di tali finanziamenti il Comune non sarebbe in grado di affrontare la spesa prevista. Nulla di certo però riguardo alla effettiva realizzazione dell’opera il cui piano sarà sottoposto all’approvazione dell’Ufficio sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Fiducioso il sindaco Fabrizio Brignolo in merito alla decisione che arriverà da Roma: «I nostri tecnici hanno seguito scrupolosamente le indicazioni fornite dai dirigenti ministeriali, che abbiamo ripetutamente incontrato in un clima molto costruttivo» ha commentato il primo cittadino. Ulteriore scoglio l’approvazione del progetto da parte della Regione e l’ottenimento della transazione della vertenza legale che da anni oppone il Comune alle imprese aggiudicatesi nel 2007 l’appalto per l’edificazione del palasport in corso Casale. Costo complessivo 6.100.000 euro di cui 185.155,94 stanziati dal Comune e, previa autorizzazione, 1.268.107,06 dalla Regione cui si aggiungono 4.646.737 dal Ministero come finanziamento agevolato del credito sportivo.

Più di una le ragioni per la costruzione del nuovo palazzetto e per la sua collocazione in piazza d’Armi: rispondere alle esigenze di spazi degli studenti della facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Asti, andare incontro alle richieste delle società sportive offrendo una nuova struttura dove svolgere le proprie attività ed evitare il “consumo di suolo”. Piazza d’Armi infatti è una zona già urbanizzata che verrebbe anche abbellita ospitando il palasport, fornito di aree verdi e alberature. E’ probabile che la partita sul nuovo impianto sarà decisa nel corso del 2015, anno in cui il Pisu porterà al rinnovamento di alcuni degli attuali impianti sportivi della città presenti in via Gerbi.

Alice Ferraris

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo