Titti
Attualità
Carriera dell’Assunta

Palio di Siena: Atzeni non sbaglia un colpo e trionfa per il Leocorno su Violenta da Clodia

Quarta vittoria consecutiva per Tittia, nona personale

La Contrada del Leocorno con il fantino Giovanni Atzeni, detto Tittia, su Violenta da Clodia ha trionfato nel Palio senese dell’Assunta. Atzeni ha dominato la corsa fin dalla mossa, data in tempi rapidi da Bartolo Ambrosione, senza mai essere insidiato seriamente dai rivali. Alla prima curva del Casato cadevano l’Onda (Carlo Sanna), il Nicchio (Stefano Piras) la Civetta (Massimo Columbu) e la Giraffa (Federico Guglielmi).

A tentare vanamente di insidiare il Leocorno due sole Contrade: la Selva con Sebastiano Murtas e il Valdimontone con Giosuè Carboni, poi giunti nell’ordine sul palo d’arrivo alle spalle di Tittia. Grazie a questo ennesimo successo, il quarto di fila, il nono in carriera su 35 Palii disputati, Atzeni ha agganciato nel numero delle vittorie due fantini formidabili quali Giuseppe Pes (Il Pesse) e Giuseppe Gentili (Ciancone).

La Contrada del Leocorno non vinceva il Palio dal 2007 (Scompiglio su Brento). L’ordine di schieramento al canapo era il seguente: Leocorno (Tittia su Violenta da Clodia), Giraffa (Tamurè su Arestetulesu), Selva (Grandine su Reo Confesso), Valdimontone (Carboni su Solu Tue Due), Onda (Brigante su Tabacco), Civetta (Veleno II su Ungaros), Tartuca (Ares su Remorex), Nicchio (Scangeo su Zio Frac), Lupa (Gingillo su Asteriux) e Chiocciola (Scompiglio su Viso d’Angelo) di rincorsa.

Nelle foto: il trionfo di Giovanni Atzeni, detto Tittia, a nerbo alzato, e un’immagine nella stalla del Leocorno dopo la vittoriosa carriera agostana.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo