Mossa
Attualità
Sulla pista dello stadio

Palio, prove di addestramento: Topalli e Carìa regalano spettacolo

Il fantino fucecchiese vince tre volte, due i successi di ‘Tremendo’. In crescita Mulas, si confermano Zedde e Piras

La seconda serata dedicata alle prove di addestramento in vista del nostro Palio (5 settembre), andata in scena sulla pista dello stadio “Censin Bosia”, ha confermato lo stato di grazia di un fantino, Adrian Topalli, per ben tre volte vittorioso nei sei impegni affrontati. Per la monta fucecchiese, ingaggiata ad Asti da Santa Caterina, anche una piazza d’onore e due quarti posti: un bilancio lusinghiero, ottenuto grazie ad una serie di esemplari portati al canapo pronti alla competizione ed in condizioni di forma ottimali.

Positivi i i riscontri forniti anche da Francesco Caria, due prove disputate ed altrettanti successi conseguiti. Già in occasione dell’appuntamento di giugno “Tremendo” aveva rapito gli occhi con il suo Arsenicolupen, confermando le buone sensazioni sabato sera soprattutto con Bagoga, protagonista nella prima batteria. Di rilievo pure la vittoria di Solu Tue Due, soggetto dalla gran “pedalata”, nell’ultima prova serale.

Giuseppe Zedde, salito ad Asti con quattro mezzosangue della sua fornitissima scuderia, non ha tradito le aspettative, evidenziando cavalli pronti e belli a vedersi, ben preparati inoltre (e non è particolare di poco conto) nell’avvicinarsi e nello stare al canapo. “Gingillo” ha vinto la sesta prova con Balzana, conquistando anche due secondi posti rispettivamente con Uron (spettacolo di imponenza ed eleganza) e con Bryan de Marchesana, oltre ad una terza piazza con Aiò de Sedini, dopo aver condotto a lungo le operazioni in pista. Bene anche Mulas, battagliero e mai domo, con un Vanadio in netta crescita e primo in superba rimonta nella quinta prova.

Da sottolineare la vittoria di Stefano Piras su Zeniossu nel secondo appuntamento della caldissima riunione, ennesima dimostrazione delle doti tecniche di “Scangeo”, nuovamente protagonista ad Asti dopo la positiva impressione destata nelle prove di addestramennto di giugno.
Riviviamo nel dettaglio le otto batterie disputate sabato al “Censin Bosia”, ottimamente gestite dall’attento mossiere Antonio Gagliardi.

Prima prova, dallo steccato: Ultimo Baio (Valter Pusceddu), Farfadet du Pecos (Mattia Chiavassa), Bagoga (Francesco Caria), Bosea (Dino Pes), Zaminde (Antonio Siri), Aiò su Nanni (Adrian Topalli) e Abracadabra (Federico Arri).
Successo di Caria (Bagoga), davanti a Pusceddu (Ultimo Baio) e a Pes (Bosea). A seguire Topalli, Siri, Arri e Chiavassa.

Seconda prova, dallo steccato: Spartaco da Clodia (Adrian Topalli); Zarck (Alessio Migheli), Anda e Bola (Gavino Sanna), Zeniossu (Stefano Piras), Arraju (Valter Pusceddu), Tempesta (Federico Arri) e Zio Frac (Luigi Bruschelli).
Primo sul palo era Piras (Zeniossu), davanti a Topalli (Spartaco da Clodia) e Sanna (Anda e Bola). A seguire, nell’ordine, Migheli, Pusceddu, Arri e Bruschelli.

Terza prova, dallo steccato: Lauretta Mia (Andrea Coghe), Zavidora (Antonio Siri), Umatilla (Michel Putzu), Zamoreto (Dino Pes), Arestetulesu (Valter Pusceddu), Carilbom (Adrian Topalli) e Uron (Giuseppe Zedde).
Prevaleva un super Topalli (Carilbom, precedendo Zedde (Uron) e Pes (Zamoreto). A seguire, Putzu, Pusceddu, Siri e Coghe.

Quarta prova, dallo steccato: Audace da Clodia (Gianluca Fais), Uired (Carlo Sanna), Bandito Sardo (Silvano Mulas), Aurus (Giovanni Atzeni), Trikke (Rocco Betti), Red Riu (Adrian Topalli) e Tiago Baio (Andrea Coghe).
Si imponeva Topalli (Red Riu), davanti a Betti (Trikke) e a Fais (Audace da Clodia). A seguire Carlo Sanna, Atzeni, Mulas e Coghe.

Quinta prova, dallo steccato: Takatursa (Andrea Coghe), Aiò de Sedini (Giuseppe Zedde), Vanadio da Clodia (Silvano Mulas), Sharm d’Oc (Nicolò Chiara), Rexy (Alberto Ricceri) e Zodiaco de Aighenta (Federico Arri).
Primo all’arrivo Mulas (Vanadio da Clodia), davanti ad Arri (Zodiaco de Aighenta) e a Zedde (Aiò de Sedini). A seguire, Ricceri, Chiara e Coghe.

Sesta prova, dallo steccato: Benito Baio (Alessandro Chiti), Tottugoddu (Andrea Coghe), Benito AA (Adrian Topalli), Assalto (Vincenzo Turco), Querida de Marchesana (Giacomo Lo Manto) e Balzana (Giuseppe Zedde).
Sul palo primo era Zedde (Balzana), davanti a Turco (Assalto) e a Chiti (Benito Baio. A seguire Topalli, Coghe e Lo Manto.

Settima prova, dallo steccato: Sultano da Clodia (Adrian Topalli), Zaffiro Azzurro (Jonatan Bartoletti), Zio Giò (Federico Guglielmi) e Veloce (Martin Ballesteros).
All’arrivo: successo di Topalli (Sultano da Clodia), davanti a Bartoletti (Zaffiro Azzurro), Guglielmi (Zio Giò) e a Ballesteros (Veloce).

Ottava prova, dallo steccato: Bryan de Marchesana (Giuseppe Zedde), L’Essenziale (Donato Calvaccio), Amore Infinito (Salvatore Lo Manto), Solu Tue Due (Francesco Carìa), Cassandra da Clodia (Nicolò Chiara), Antonimaria (Silvano Mulas) e Winner Easy (Federico Guglielmi).
Così sul palo: vittoria di Carìa (Solu Tue Due), davanti a Zedde (Bryan de Marchesana) e a Mulas (Antonimaria). A seguire: Calvaccio, Chiara, Lo Manto e Guglielmi.

Nelle foto: le fasi precedenti il via della terza batteria e la galoppata di Carìa verso il successo nella prima prova

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail