Palio, Spandonaro confermato alla TorrettaA Castell'Alfero situazione in alto mare
Attualità

Palio, Spandonaro confermato alla Torretta
A Castell'Alfero situazione in alto mare

L'elezione di Francesco Gai alla guida del Comitato Palio di San Damiano, dopo otto anni di rettorato di Davide Migliasso, era servita ad occupare la terz'ultima casella rimasta libera nel

L'elezione di Francesco Gai alla guida del Comitato Palio di San Damiano, dopo otto anni di rettorato di Davide Migliasso, era servita ad occupare la terz'ultima casella rimasta libera nel mosaico delle massime cariche dei vari Borghi, Rioni e Comuni in vista del Palio 2014. Ci si attendeva in settimana che la Torretta e Castell'Alfero archiviassero definitivamente la pratica, attribuendo i due incarichi mancanti. In casa biancorossoblu tutto si è svolto com'era nelle previsioni, con la scontata (e meritata) riconferma di Giovanni Spandonaro, Rettore vincitore del Palio 2013. Spandonaro, classe ?49, è al suo sesto mandato consecutivo. Subentrò nel 2008 a Roberto Carosso, a sua volta trionfatore nel 2004. Giuseppe Zedde, detto "Gingillo", il fantino protagonista in entrambi i casi del successo del Borgo biancorossoblu.

Tutto ancora da decidere invece a Castell'Alfero. La prima tornata di voto, svoltasi un paio di settimane addietro, non aveva fornito gli esiti sperati. Anche dal secondo incontro non è scaturita la desiderata fumata bianca. Resta ancora da stabilire pertanto chi succederà a Alessandro Filippa, nell'ultimo biennio al vertice degli "azzurro, bianco e oro". In casa alferese è in atto una sorta di commissariamento da parte del Comune. L'attuale amministrazione desidererebbe infatti vi fosse una maggior partecipazione delle forze locali (alias residenti) alla vita paliesca del Comitato. Al momento la massima carica del Direttivo è stata presa, a titolo provvisorio, dal sindaco Fernando Tognin, che ha subito provveduto ad espletare le necessarie formalità per garantire la partecipazione di Castell'Alfero alla corsa del Palio 2014.

m.e.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo