Papa, da Asti un ponte verso Francesco
Attualità

Papa, da Asti un ponte verso Francesco

Si riunirà ad un mese esatto dalla messa di inizio Pontificato di papa Francesco il neo Comitato incaricato di sviluppare lo stretto legame tra Jorge Mario Bergoglio, e la “sua” Asti, città da

Si riunirà ad un mese esatto dalla messa di inizio Pontificato di papa Francesco il neo Comitato incaricato di sviluppare lo stretto legame tra Jorge Mario Bergoglio, e la “sua” Asti, città da cui i genitori partirono nel 1929 per emigrare in Argentina.

Venerdì 19 aprile, in Vescovado, è stato infatti firmato l’accordo di collaborazione tra Comune e Diocesi, che dopo l’elezione del Pontefice hanno deciso di lavorare insieme demandando i vari progetti abbozzati nelle ultime settimane ad un nuovo comitato, formato da cinque membri: per la Diocesi Guido Sodano, nipote del cardinale Angelo Sodano, e don Dino Barberis, co-parroco di San Domenico Savio; per il Comune due rappresentanti che il sindaco Fabrizio Brignolo presenterà venerdì, dato che sta definendo i nominativi in questi giorni. Faranno parte del comitato anche un tecnico dell’assessorato comunale ai Servizi sociali e il revisore dei conti, nella figura del presidente del Collegio dei revisori dei conti del Comune.

Ad anticipare come lavorerà il comitato Mariangela Cotto, consigliere comunale e ideatrice dei due principali progetti su cui sarà impegnato. Fin da prima dell’elezione di Jorge Mario Bergoglio, Mariangela Cotto ha infatti sottolineato il legame tra la nostra città e il Pontefice, in qualità di ideatrice dell’iniziativa “Astigiani nel mondo”, volta a “schedare” tutti quegli astigiani residenti all’estero per motivi di lavoro che mantengono un forte legame con l’Italia, e il Piemonte in particolare.

«Il comitato seguirà innanzitutto il progetto per rafforzare il turismo religioso (da Asti verso il Vaticano e viceversa) oltre alla creazione di un fondo di solidarietà per aiutare persone bisognose intitolato a Papa Francesco. In questo sarà aiutato da un’assemblea composta da religiosi e rappresentanti della società civile, dalle associazioni di categoria al mondo del volontariato, con funzioni propositive».

e.f.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo