Segnalazione Arc: «I parcheggi blu dell'ospedale Massaia devono tornare gratuiti»
Attualità

Segnalazione Arc: «I parcheggi blu dell'ospedale Massaia devono tornare gratuiti»

«Chiediamo al sindaco Brignolo di rendere gratuiti i parcheggi nelle zone adiacenti l’ospedale». Salvatore Ingrasci, presidente dell’ARC – Associazione regionale consumatori, torna a segnalare

«Chiediamo al sindaco Brignolo di rendere gratuiti i parcheggi nelle zone adiacenti l’ospedale». Salvatore Ingrasci, presidente dell’ARC – Associazione regionale consumatori, torna a segnalare disagi e problemi per gli utenti del Cardinal Massaia che sono obbligati a lasciare le auto in sosta negli stalli blu intorno al nosocomio. Già nel 2011, l’ARC, scrivendo al sindaco, si era fatta portavoce dei problemi di quelle persone che, lasciando l’auto sui parcheggi a pagamento prima di fare delle visite mediche, tornavano al veicolo trovando la multa perché la sosta perdurava oltre il tempo stabilito.

Anche in risposta a quella segnalazione venne messo, dall’ex amministrazione Galvagno, uno speciale parchimetro con il quale integrare le soste prolungate, pagando un extra tariffa entro 48 ore dalla multa ed evitando così la sanzione. Una possibilità offerta ai soli utenti dei parcheggi intorno al Cardinal Massaia che si pensava di poter estendere in altre zone della città. Poi non se ne fece nulla. Oggi l’ARC, facendosi ancora una volta portavoce dei cittadini, segnala anche la mancanza delle strisce blu necessarie a segnalare correttamente la presenza di parcheggi a pagamento.

Dal centro storico arrivano invece nuove lamentele sul parcheggio di via Natta, parzialmente inagibile al piano terra. Un disagio che per molti utenti si protrae da tempo inaccettabile e senza che nessuno sappia esattamente quanto ci vorrà per renderlo nuovamente fruibile agli automobilisti. Su via Natta è stata anche presentata una interrogazione scritta dal consigliere comunale di Forza Italia Fabrizio Imerito.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo