«Pastorale giovanile, ecco i nostri obiettivi»
Attualità

«Pastorale giovanile, ecco i nostri obiettivi»

Abbiamo incontrato il responsabile astigiano, don Rodrigo Limeira, dopo il primo incontro cui hanno presto parte i ragazzi che hanno vissuto la Giornata mondiale della gioventù

E’ cominciato lo scorso 9 ottobre con il ritrovo a San Paolo Solbrito, cui hanno preso parte i ragazzi che hanno partecipato alla Giornata mondiale della gioventù di Cracovia o alla concomitante iniziativa di Montechiaro, dedicata a tutti coloro che non potevano recarsi in Polonia. Parliamo del nuovo anno di attività della Pastorale giovanile della diocesi, servizio che coordina le varie parrocchie nel promuovere il cammino ecclesiale dei giovani.

Numerosi gli obiettivi e gli intenti del nuovo anno pastorale da poco cominciato, come spiega il responsabile, don Rodrigo Limeira. «L’anno – racconta – si è aperto con l’appuntamento a San Paolo Solbrito, che ha visto una buona partecipazione di ragazzi dalle varie parrocchie diocesane. Oltre che con una bellissima notizia, che si inserisce appieno nel tema che sarà proposto quest’anno all’attenzione dei giovani. Simone Simoni, 27 anni, della parocchia Nostra Signora di Lourdes, ha annunciato e testimoniato pubblicamente, in quell’occasione, la scelta di diventare sacerdote entrando nella congregazione “Servi del cuore immacolato di Maria”, dando forma ad un pensiero che ha cominciato a maturare qualche anno fa».

Le attività della Pastorale giovanile si inseriranno nel cammino della Chiesa diocesana e punteranno sulla formazione, su un calendario sistematico di incontri con i giovani delle varie vicarie diocesane e su vari eventi.

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Elisa Ferrando

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo