Arrivano 400mila euro dallo Statoper l'Istituto Pellati e Liceo Galilei
Attualità

Arrivano 400mila euro dallo Stato
per l'Istituto Pellati e Liceo Galilei

Fondi per un importo di 400 mila euro dallo Stato a favore delle scuole superiori nicesi ? Istituto Pellati e Liceo Galilei ? utili per riparazioni e restauri, e una piccola bagarre scoppiata per

Fondi per un importo di 400 mila euro dallo Stato a favore delle scuole superiori nicesi ? Istituto Pellati e Liceo Galilei ? utili per riparazioni e restauri, e una piccola bagarre scoppiata per quanto riguarda l'esatto impiego delle suddette risorse. Sembra, infatti, che l'intero ammontare assegnato sarà utilizzato per gli adeguamenti antisismici. «Si tratta di risorse che mi ero impegnato a reperire personalmente -? chiarisce il parlamentare del Partito Democratico Massimo Fiorio-.? Ho inoltre sottolineato in più occasioni alla Provincia di Asti la necessità di concordare con il Comune di Nizza la tipologia di intervento. L'edificio che ospita il Pellati ha alcuni problemi seri in termini di sicurezza, conseguenza del fatto che praticamente non ha mai avuto manutenzione. Sono convinto che quelle risorse si possano utilizzare anche per risolvere queste criticità della struttura, un intervento che risulterebbe utile anche all'interno degli adeguamenti antisismici».

Dal Pellati, il dirigente didattico Pier Luigi Pertusati ribadisce la clausola sulla tipologia di intervento: «A carotaggi ultimati, sembra che l'intero ammontare assegnato sarà utilizzato per i lavori antisismici. Dopotutto l'edificio è molto grande e questo ne è una conseguenza». L'onorevole Fiorio sollecita però la Provincia, rappresentata dal suo commissario Alberto Ardia, a valutare meglio la questione: «Poiché il suo incarico alla guida dell'ente è stato prorogato fino a giugno, chiedo che si faccia carico di alcuni problemi. L'edilizia scolastica è uno di essi, ed è da capire a che punto siano i finanziamenti per i lavori al Monti di Asti. Ma anche dal punto di vista dei trasporti, con l'assegnazione del trasporto pubblico locale alle province di Alessandria e Alba e la necessità di tutelare il servizio nell'Astigiano».

f.g.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo