Primo consiglio provincialecon l’incognita incompatibilità
Attualità

Primo consiglio provinciale
con l’incognita incompatibilità

Si riunirà questa mattina alle 10 il primo Consiglio provinciale dopo le elezioni di 2° livello che hanno visto la nomina del sindaco Brignolo quale nuovo presidente dell'Ente. Il Consiglio, che

Si riunirà questa mattina alle 10 il primo Consiglio provinciale dopo le elezioni di 2° livello che hanno visto la nomina del sindaco Brignolo quale nuovo presidente dell'Ente. Il Consiglio, che si terrà in sala Giunta e non più nell'aula consiliare, sarà aperto a tutti e osserverà un ordine del giorno prevalentemente tecnico. Dovrà esserci la convalida degli eletti, quindi la nomina del vice presidente (identificato nella persona di Marco Gabusi, sindaco di Canelli) e l'attribuzione ufficiale delle deleghe ai vari consiglieri. Per ultimo sarà deliberata la costituzione di una speciale Commissione «per la modifica dello Statuto provinciale e del regolamento per il funzionamento del Consiglio».

Resta ancora aperta la questione della presunta incompatibilità di Brignolo alla guida dell'Ente a causa della sua presenza del CdA della CrAsti. Anche di questo si dovrebbe discutere durante i lavori di lunedì. Intanto tutti i neo eletti presidenti delle province piemontesi si sono incontrati a Torino nella riunione dell'U.P.P. (Unione Province del Piemonte) per esaminare le condizioni economiche degli Enti anche alla luce dei nuovi tagli governativi. «Il quadro emerso è preoccupante – commenta Brignolo – tutte le Province del Piemonte, salvo Alessandria e Vercelli sforeranno nel 2014 il patto di stabilità». Una delle ipotesi al vaglio delle Province è quindi quella di restituire alcune funzioni delegate loro dallo Stato in campo a quest'ultimo.

r.s.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale