Primo incontro tecnico per “Vino e cultura”
Attualità

Primo incontro tecnico per “Vino e cultura”

Nulla a che vedere con il progetto Enolandia dell'ex sindaco Galvagno, ma il vino, in futuro, dovrà sempre più rimarcare la forte identità vitivinicola della nostra città rispetto al vino,

Nulla a che vedere con il progetto Enolandia dell'ex sindaco Galvagno, ma il vino, in futuro, dovrà sempre più rimarcare la forte identità vitivinicola della nostra città rispetto al vino, come prodotto di qualità e motore di cultura. E' per questo che il sindaco Brignolo, insieme all'assessore al turismo Cerrato, ha tenuto un primo incontro informale con i consorzi di tutela del vino, le associazioni agricole, l'Unione Industriale, l'Atl e alcune associazioni culturali per discutere delle linee in base alle quali impostare il progetto "Vino e Cultura". Un progetto per il quale sarà chiesto in Regione un nuovo finanziamento sul PISU 2. «L'idea è di prevedere uno o più interventi in centro città che segnino in maniera forte la nostra identità legata al vino – ha spiegato il sindaco – Un'ipotesi, ancora tutta da approfondire, ma che ha incontrato un certo consenso in città, potrebbe essere quella di un'esposizione di vini e un info point al piano terra del Municipio. Nei prossimi giorni approfondiremo la riflessione coinvolgendo anche i rappresentanti delle altre categorie economiche». La linea di finanziamento gestita dalla regione comprende fondi europei e regionali e una quota di cofinanziamento comunale, riservati alle città capoluogo. «Questa volta anziché puntare sulla riqualificazione urbanistica di una zona della città, come sta avvenendo con il Pisu Asti ovest – ha precisato Brignolo – vogliamo presentare un progetto unitario di valenza economica, che faccia leva sulla nostra vocazione turistica ed enologica».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale