La Nuova Provincia > Attualità > Provincia di Asti, fine della storia
A Roma il governo Monti non ci ripensa
AttualitàAsti -

Provincia di Asti, fine della storia
A Roma il governo Monti non ci ripensa

Questa mattina il Consiglio dei Ministro ha deciso la soppressione delle province che non rientrano nei termini imposti dal provvedimento per il loro riordino. È la conferma definitiva che Asti verrà accorpata con Alessandria, ma il percorso sarà ancora lungo: il commissario nominato ieri, Alberto Ardia, resterà alla guida dell'ente di piazza Alfieri almeno fino alla fine del 2013. Speranze ridotte al lumicino: il 6 novembre la Corte Costituzionale …

Nessuna deroga per l'astigiano. Questa mattina il Consiglio dei Ministro ha deciso la soppressione delle province che non rientrano nei termini imposti dal provvedimento per il loro riordino. È la conferma definitiva che Asti verrà accorpata con Alessandria, ma il percorso sarà ancora lungo: il commissario nominato ieri, Alberto Ardia, resterà alla guida dell'ente di piazza Alfieri almeno fino alla fine del 2013. Nel frattempo, si attende per il 6 novembre il pronunciamento della Corte Costituzionale in merito alla traformazione delle province in enti di secondo livello.

Articolo precedente
Articolo precedente