Mario Bovino
Attualità
Commercio

Querelle mercato, replica l’assessore Bovino: «Faremo sempre più eventi in piazza Alfieri»

L’amministrazione ha chiesto alla commissione mercatale di sottoporre al Comune un’alternativa, ma ad oggi non è stato prodotto nulla

L’uscita di scena dall’ex assessore al commercio Marcello Coppo e l’arrivo del nuovo assessore Mario Bovino avrebbe dovuto segnare un cambio di passo nei rapporti tra l’amministrazione Rasero e gli ambulanti del mercato di piazza Alfieri e piazza Libertà, ma i rapporti tra le parti sono di nuovo tesi a causa dell’ipotesi di trasferire tutti i banchi in piazza del Palio. Più che un’ipotesi, un progetto su cui discutere, senza che nulla sia ancora stato deciso, come tiene a precisare l’assessore Mario Bovino: «L’ipotesi di spostare e unificare gli ambulanti del mercato era stata proposta nel 2019 dalla Confcommercio, poi non se ne parlò più a causa della pandemia. Nelle ultime riunioni con la commissione mercatale ho solo fatto presente che è nostra intenzione incrementare il numero degli eventi in città e che piazza Alfieri sarà utilizzata molto di più a tale scopo, quindi ci sarà il rischio che gli ambulanti dovranno essere spostati altrove, più e più volte, con i disagi del caso. Per questo l’ipotesi di spostare il mercato in piazza del Palio, rendendolo un unico format, con una più vasta offerta di prodotti, una sorta di centro commerciale all’aperto, può essere la risposta a due necessità: liberare piazza Alfieri e, allo stesso tempo, rilanciare il brand del mercato di Asti con una nuova formula».

Questa comprenderebbe non solo la diversa dislocazione dei banchi, ma anche la messa in funzione dei carrelli, come avviene nei supermercati, una possibile ottimizzazione degli orari per contenere le spese di pulizia a carico dell’Asp (e quindi degli stessi operatori che si erano lamentati degli aumenti della tassa di occupazione del suolo) e altre novità nella promozione, anche sui social. «Nessuno qui sta imponendo nulla, – continua Mario Bovino – ma abbiamo chiesto alla commissione mercatale di presentarci una proposta che possa essere compatibile con le necessità del Comune e degli operatori. A oggi non abbiamo ricevuto nulla di scritto quindi solleciteremo in tal senso».

Da parte della commissione mercatale nessun commento sulle attuali critiche mosse dagli operatori. «Siamo in attesa della prossima riunione tra ambulanti e l’amministrazione comunale» replica Grazia Gigliodoro, eletta di recente nella nuova commissione. Sembra quindi esserci una fase di stallo che il Comune, però, non pare abbia voglia di trascinare per mesi. Se gli ambulanti non troveranno un accordo, sarà l’amministrazione a dover dire l’ultima parola e in questo caso è molto probabile che lo spostamento avverrà, comunque la si pensi.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo