La Nuova Provincia > Attualità > «Questa casa trasmette una grande spiritualità»
AttualitàAsti -

«Questa casa trasmette una grande spiritualità»

«Questa casa trasmette una grande spiritualità». Ad affermarlo Giorgio Valpiola, proprietario della casa natale dei Bergoglio a Bricco Marmorito. Pensionato, Giorgio Valpiola vive con la moglie

«Questa casa trasmette una grande spiritualità». Ad affermarlo Giorgio Valpiola, proprietario della casa natale dei Bergoglio a Bricco Marmorito. Pensionato, Giorgio Valpiola vive con la moglie nella casa in cui è appunto nato il bisnonno dell’attuale Papa. «Ho acquistato la casa nel 1990 – ha spiegato giovedì, assediato da cronisti arrivati da tutta Italia – ma non ho mai conosciuto l’attuale Pontefice. Infatti, dopo il conclave del 2005, il cardinale è venuto a visitare i luoghi di cui è originario, ma noi eravamo in vacanza. Quando sono tornato ho saputo che ha fatto un giro attorno alla casa (e ha raccolto un barattolo di terra per portare in Argentina un “pizzico di casa”, ndr) oltre ad incontrare alcuni parenti».

Giorgio Valpiola ha quindi pensato di mandargli una foto della casa, e da quella volta ha mantenuto rapporti epistolari, in cui si scambiavano informazioni e parlavano dei parenti e dei familiari. L’ultima lettera risale al 9 gennaio. «Mi ha scritto di pregare per lui. A ripensarci forse ho pregato troppo, dato che è diventato Papa!». Scherzi a parte, Giorgio Valpiola confida che si aspettava l’elezione. «L’ho capito dalle sue lettere, dalle personalità, dalla spiritualità che trasmettono». E confida anche che aveva fatto sapere all’amica Mariangela Cotto il desiderio di invitare il cardinale Bergoglio per fargli vedere la casa, dato che era in Vaticano per il Conclave. «Ora sarà più difficile. Ma chissà, magari andremo noi in Vaticano».

e.f.

Articolo precedente
Articolo precedente