Rasero vara la Giunta: ecco chi fa l'assessore
Attualità

Rasero vara la Giunta: ecco chi fa l’assessore

 La squadra di Rasero vanta diverse new entry della politica astigiana e volti già conosciuti per precedenti esperienze amministrative

Si terrà oggi, in tarda mattinata, la prima riunione della nuova Giunta Rasero. Ieri il sindaco ha ufficializzato i nomi dei nuovi assessori che oggi incontreranno i giornalisti prima di confrontarsi su questioni tecniche. La squadra di Rasero vanta diverse new entry della politica astigiana e volti già conosciuti per precedenti esperienze amministrative. 

Marcello Coppo (Fratelli d’Italia) diventa vice sindaco e ottiene il commercio e le attività produttive, l’agricoltura, il territorio, l’ambiente, i trasporti, la delega alla legalità e trasparenza e agli affari legali. Non la sicurezza, sebbene cavallo di battaglia del suo partito, che finisce alla Lega Nord e al suo segretario provinciale, Andrea Giaccone. A quest’ultimo vanno anche l’urbanistica, l’edilizia privata, la polizia municipale (legata alla sicurezza) e i sistemi informativi. Appena 26enne e new entry nella politica astigiana è il neo assessore alle politiche giovanili Elisa Pietragallo (I Giovani Astigiani) cui vanno anche le manifestazioni e le pari opportunità. Loretta Bologna (Movimento Civico Galvagno), anche lei alla prima esperienza politica, ottiene le deleghe ai fondi europei, Unesco, turismo, gemellaggi e pubblica istruzione. Il candidato più votato alle comunali, Gianfranco Imerito (Movimento Civico Galvagno) prende la cultura, l’università, i servizi demografici e l’urp.

Altra new entry nel parlamentino di piazza San Secondo è Mario Bovino (Forza Italia) cui vanno i lavori pubblici (manutenzione, arredo urbano e verde) e lo sport. Stefania Morra, prima volta in un’esperienza di giunta e chiamata in qualità di tecnico, seguirà le infrastrutture, l’edilizia scolastica e il settore patrimonio. Confermate le indiscrezioni su Mariangela Cotto (Noi per Asti), già assessore regionale, che entra in Giunta con le deleghe ai servizi sociali, volontariato e sanità. Infine Renato Berzano (Lista Rasero) al quale il neo sindaco affida il bilancio e il personale.

Tra le prime decisioni prese dal neo sindaco, anche quella sul teleriscaldamento all’ospedale Massaia, progetto definitivamente tramontato come indicato dallo stesso sindaco. «Fermo restando anche quanto espresso in merito dalla Provincia di Asti e dal sindaco – scrive Rasero all’Asp, AEC e all’Asl – comunico che l’amministrazione comunale, da me rappresentata, intende considerare conclusa la vicenda». Intanto il 14 luglio si svolgerà il primo Consiglio comunale.

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Riccardo Santagati

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo