La Nuova Provincia > Attualità > Richieste di contributo alla Fondazione CrAsti: i termini di presentazione
AttualitàAsti -

Richieste di contributo alla Fondazione CrAsti: i termini di presentazione

Per tutte le associazioni e gli enti che devono richiedere contributi alla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, ora ci sono le scandenze. Sono state individuate dal Consiglio di Indirizzo della stessa Fondazione, nella seduta del 28 ottobre scorso

Richieste contributo alla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti

Per tutte le associazioni e gli enti che devono richiedere contributi alla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, ora ci sono le scandenze. Sono state individuate dal Consiglio di Indirizzo della stessa Fondazione, nella seduta del 28 ottobre scorso.

Gli scopi

Qual è lo scopo di questi contributi elargiti dall’istituto di credito astigiano? A spiegarlo è la stessa Fondazione che ha affermato di continuare “ad operare, non solo ed esclusivamente come “erogatrice di contributi”, ma anche, e soprattutto, sviluppando un ruolo attivo nella società astigiana, stimolando le realtà locali a “fare sistema”, attraverso programmi e iniziative proprie che rispondano alle esigenze manifestate dalla comunità locale e con sessioni erogative aperte agli enti del territorio, assicurando così una equilibrata distribuzione delle risorse disponibili”.

Le richieste

Le richieste di contributo, formulate secondo gli indirizzi contenuti nel Documento Programmatico Previsionale 2020, dovranno essere inoltrate alla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti esclusivamente tramite il modulo on-line disponibile sul sito della Fondazione (www.fondazionecrasti.it).

I termini di presentazione per le istanze relative all’anno 2020 sono i seguenti:- 30 novembre 2019 per le istanze relative ai settori: Educazione, istruzione e formazione; Attività sportiva; – 31 gennaio 2020 per le istanze relative ai settori: Arte, attività e beni culturali; Sviluppo locale; Assistenza agli anziani; Volontariato, filantropia e beneficenza; Salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente