Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/ripristinati-i-bagni-pubblicibrin-campo-del-palio-e-piazza-catena-56e688557829e1-nkikx6nq0afjhnwwt7600ocpdvn131e0yej91uogaw.jpg" title="Ripristinati i bagni pubblici
in Campo del Palio e piazza Catena" alt="Ripristinati i bagni pubbliciin Campo del Palio e piazza Catena" loading="lazy" />
Attualità

Ripristinati i bagni pubblici
in Campo del Palio e piazza Catena

Sono stati ripristinati i gabinetti pubblici di Campo del Palio e piazza Catena, da tempo chiusi perché danneggiati da atti vandalici. L'intervento, realizzato dall'assessorato ai lavori

Sono stati ripristinati i gabinetti pubblici di Campo del Palio e piazza Catena, da tempo chiusi perché danneggiati da atti vandalici. L'intervento, realizzato dall'assessorato ai lavori pubblici della Città, era fortemente voluto dagli anziani che frequentano i parchi e gli spazi pubblici delle due zone e sollecitato per rispondere alle esigenze dei turisti che arrivano con i pullman in Asti.

«La manutenzione e la gestione dei bagni pubblici è da sempre un grosso problema per la Città, ma ora ci impegneremo fortemente -commentano il Sindaco Brignolo e l'assessore Bianchino- prevedendo che le due strutture rinnovate siano pulite dall'Asp due volte al giorno, una al mattino e una al pomeriggio, e chiedendo a chi fruisce dei gabinetti di segnalare immediatamente comportamenti sospetti di chi potrebbe apparire come un potenziale vandalo».

I due servizi igienici ripristinati in Campo del Palio (lato corso Galileo Ferraris) si aggiungono a quelli presenti sotto le scalinate della piazza e riservati al mercato ambulante. Anche i servizi ripristinati in piazza Catena sono aggiuntivi rispetto a quelli del mercato, che sono collocati in questo caso nel medesimo fabbricato verso palazzo Mandela. I servizi igienici pubblici ripristinati saranno aperti dalle 7,00 del mattino alle 19,00 di sera.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Edizione digitale