La Nuova Provincia > Attualità > Rivoluzione alle poste: ora lettere e pacchi postali verranno consegnati fino alle 19,45
AttualitàAsti Canelli e sud Nizza Monferrato -

Rivoluzione alle poste: ora lettere e pacchi postali verranno consegnati fino alle 19,45

Da ieri (lunedì 18 febbraio) infatti, il modello “Joint Delivery”, garantirà la consegna della corrispondenza e dei pacchi anche al pomeriggio fino alle 19,45 e, al sabato, fino alle 14.

Rivoluzione alle poste: le consegne fino alle 19,45

È partito anche ad Asti (primo centro piemontese del 2019) il nuovo servizio di recapito organizzato da Poste Italiane.
Da ieri (lunedì 18 febbraio) infatti, il modello “Joint Delivery”, garantirà la consegna della corrispondenza e dei pacchi anche al pomeriggio fino alle 19,45 e, al sabato, fino alle 14.
Ad illustrare questa importante “rivoluzione”, sono state Maria Rosaria Manzione, responsabile area manager di Asti, Cuneo e Valle d’Aosta e Franca Grasso responsabile del Centro Distribuzione di Asti.

Nuova impostazione

“Una nuova impostazione – hanno affermato – che si è resa necessaria per andare incontro alle attuali esigenze dei nostri clienti.
Stanno cambiando le abitudini, si scrive sempre meno e si ricevono sempre più pacchi a domicilio e, quando si fanno ordini online, si vorrebbe ricevere la merce quasi in tempo reale, da qui la necessità di dilatare gli orari di consegna.

Due reti di recapito

Questo nuovo modello – hanno continuato Maria Rosaria Manzione e Franca Grasso – sarà articolato su due reti di recapito, la prima detta “Linea Base” garantirà la distribuzione quotidiana di tutti i prodotti postali nella propria area di competenza, la seconda, chiamata “Linea Business”, garantirà la consegna di pacchi e prodotti e-commerce fino alle 19.45 e nella giornata di sabato.”

Nuova figura di portalettere

Una trasformazione che riguarda anche la figura del portalettere che, con frequenti corsi di formazione e di aggiornamento, si sta professionalizzando sempre più.
I portalettere (tra cui 17 neoassunti tra fine e inizio anno) che operano sul territorio e che ogni giorno (dati riferibili al solo centro distribuzione di Asti) percorrono circa 3.000 km e consegnano una media di 200 pacchi e 2.575 raccomandate sono circa 180, mentre gli Uffici Postali della provincia sono 120, 169 i palmari in dotazione ai centri di recapito di Asti, Villafranca e Canelli, (tutti di nuova tecnologia Android), 158 i mezzi tra auto e furgoni, 13 gli Scooter Liberty, 3 freeduck e 1 furgone Nissan elettrico.

Sostituzione scooter

Di questo parco mezzi, per rendere più agevole, ecologica e sicura la consegna della posta in città è prevista entro il 2019/2020, la sostituzione degli scooter e dei freeduck, con 11 quadricicli e 13 tricicli a motore elettrico.

Arrivano gli armadietti “fai da te”
Inoltre, per avere servizi sempre più efficaci e protesi alla soddisfazione dei clienti, Poste Italiane ha messo in pratica una rete Punto Poste grazie alla quale è possibile ritirare i propri acquisti online, restituire merce o effettuare spedizioni preaffrancate, in completa autonomia, usufruendo di armadietti “fai da te” chiamati Lockers che, collocati in punti strategici (ad Asti un punto Locker è in corso Volta 113 presso il distributore Total), offrono un servizio 24 ore su 24 , 7 giorni su 7 o punti di raccolta chiamati Collect Point cioè attività commerciali convenzionate in grado di ritirare o spedire pacchi fino a 15 kg di peso, accessibili 6 giorni su 7 e con assistenza di personale.

Scegli come ricevere  la consegna

Sarà il cliente stesso che, con l’opzione “Click & Collect”, deciderà come vuole ricevere la consegna e che, optando per il servizio Punto Poste, potrà ritirare l’ordine utilizzando un apposito codice trasmesso via sms o e-mail.
“La cosa importante, visti i tempi – hanno concluso Maria Rosaria Manzione e Franca Grasso – è soprattutto che la gente sappia quali saranno, d’ora in avanti, i nuovi orari di consegna.”
Insomma se prima il postino suonava solo al mattino, adesso potrà farlo fino alle 19,45.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente